Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

“Un libro sotto le stelle” chiude
con l'equazione di Lombardelli

Domenica 24 Luglio 2022
“Un libro sotto le stelle” chiude con l'equazione di Lombardelli

Si sono conclusi con successo di pubblico e tanta emozione i sei appuntamenti della 18esima edizione della rassegna “Un libro sotto le stelle” organizzata dall’Associazione Meridiani in collaborazione con la Tra.Vel.Mar., il patrocinio della Regione Campania, del Comune di Salerno, della Rai e di Humanitas e con il sostegno della Fondazione Campania dei Festival, che hanno visto scrittori, giornalisti, attori e opinionisti presentare i loro scritti in navigazione a bordo del traghetto Acquarius da Salerno a Positano con rientro al Porto Turistico Masuccio Salernitano.

Le serate, condotte da Sonia Di Domenico con le letture dall’attrice Nunzia Schiavone, sono state caratterizzate dalle performance musicali del musicantautore Luca Pugliese, gli ambasciatori della “posteggia napoletana” nel mondo Claudio e Diana con il maestro Massimiliano Essolito e il trio musicale Maria Antonietta Caggiano, Angelo Ruggieri e Giuseppe Del Plato. A chiudere i sei appuntamenti, è stata l’esibizione del gruppo musicale del Liceo scientifico Severi di Castellammare di Stabia. 

La rassegna ha preso il via giovedì 14 luglio all’insegna dello sport con la presentazione dell’ultimo lavoro di Gian Paolo Porreca dal titolo “Il Giro racconta. La meravigliosa storia dei 115 arrivi della Corsa Rosa in Campania” con gli interventi dei giornalisti Gianfranco Coppola e Marco Lobasso; venerdì 15 luglio si è tenuto un doppio appuntamento con l’attore Patrizio Rispo con il suo libro di cucina dal titolo “Un pasto al sole. La cucina di casa Rispo/Jurdàn” e “La camorra si studia in terza” di Mariafrancesca Villani che ha visto la partecipazione di Antonio Parlati, direttore del Centro di produzione Rai di Napoli. Ha concluso il primo appuntamento della rassegna, sabato 16 luglio, il giornalista Antonio Vastarelli con il giallo “Cause perse. Una maledetta primavera per Jack Soriano”. Giovedì 21 luglio il traghetto dei libri è ripartito per Positano con Enrico Passaro, responsabile dell'Ufficio del Cerimoniale di Stato e per le onorificenze, con “Non facciamo cerimonie! A spasso nelle vicende del protocollo di Stato” con le testimonianze dei giornalisti e scrittori Giuseppe Scanni e Gabriele Bojano, venerdì 22 luglio è stata la volta di “Balcania. L’ultima guerra europea” dello storico inviato di guerra Toni Capuozzo che dopo i saluti di Luca Della Corte, Project Manager dell’Associazione Meridiani e Antonio Galdi, Presidente dell’Associazione Amici del Tricolore. A dialogare con l’autore, il giornalista Franco Buononato ed il generale di Corpo d’Armata Agostino Pedone, ex Comandante della Brigata Multinazionale a Sarajevo, già consulente del Ministro della Difesa per i problemi di reclutamento e Presidente del Comitato Militare dell’Istituto Studi Ricerche Informazioni Difesa (ISTRID). A ormeggiare il traghetto de libri, sabato 23 luglio, il romanzo “L'equazione della colpa” di Arianna Lombardelli con i saluti di Elena Cavaliere, dirigente scolastica dell’Istituto “Severi” di Castellammare di Stabia e l’intervento Gino Aveta, autore televisivo e radiofonico RAI.

«Un libro sotto le stelle è un modo intelligente e divertente per rinnovare i percorsi di una cultura, quella italiana, che è nata davvero sotto le stelle: stellato è infatti il cielo che Dante tornò a rivedere, come quello che hanno visto gli ospiti nel corso della navigazione, e «stelle» è la parola che conclude tutte e tre le cantiche della divina Commedia. Il libro, d’altra parte, è ancora la migliore bussola per orientarsi nel mare della contemporaneità», ha dichiarato Alfonso Giarletta, patron della manifestazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA