Salerno, Venditti o Gazzé, è derby
per il concerto di Capodanno

Mercoledì 16 Novembre 2016 di Carmen Incisivo
Salerno, Venditti o Gazzé, è derby per il concerto di Capodanno

I telefoni scottano, le agenzie attendono riscontro, i nomi a giro sono tanti ed a Palazzo di città non si è ancora deciso quale sarà l’artista protagonista del tradizionale capodanno in piazza salernitano che, insieme al sindaco Enzo Napoli e forse al presidente Vincenzo De Luca, farà il countdown. La rosa dei papabili è ampia e diversificata. Da una parte c’è l’idea di regalare a cittadini e visitatori un capodanno giovane e movimentato, dall’altra invece quella di organizzare un appuntamento che possa intercettare una fascia più ampia ed adulta.

Per il momento quello più vicino alla firma del contratto sembra essere il romano Antonello Venditti, nome che risponderebbe pienamente all’esigenza di rimanere nell’alveo dei grandi nomi che l’amministrazione si è imposta con l’obiettivo di fare il salto di qualità che ci si aspetta da una meta turistica consolidata. Uno di quelli che va bene per tutte le stagioni e che non aggrada solo gli adulti ma che possa, in qualche modo, garantire uno spettacolo intergenerazionale. I dubbi però restano tanti. Nel solco del concertone nostalgico rientra anche il possibile ingaggio di Claudio Baglioni – rinverdito dalla recente accoppiata con Gianni Morandi - che pure sembrerebbe essere gradito all’amministrazione comunale. Ultima di questo ideale podio è Elisa, cantante straordinaria e coach di Amici di Maria De Filippi che di certo darebbe una caratura più internazionale e cosmopolita all’atteso evento di piazza Amendola.

Su tutt’altro binario si muove un’altra batteria di proposte che sembrerebbe pensata per un capodanno decisamente meno “datato” e più attento alle tendenze musicali pop preferite dai più giovani. Torna prepotentemente in auge l’ipotesi di regalare il palco all’istrionico Max Gazzè che anche lo scorso anno fu tra i papabili, prima che gli venissero preferiti i tre tenorini de Il Volo. In questo caso, però, a Gazzè – che in realtà pure dovrebbe richiamare un pubblico ampio - potrebbe addirittura essere abbinato un secondo artista. Nel vortice dei nomi compaiono Fiorella Mannoia, Francesco Renga ed i Negrita. Altra alternativa - che pure è stata presa in considerazione ma non sembra convincere i componenti “più adulti” del tavolo delle contrattazioni che continua ad aggiornarsi senza trovare la quadra che metta la parola fine alla storia infinita che si ripete ogni anno – è quella che porterebbe a Salerno il rapper Fedez che ormai oltre a cantare e giudicare talenti canori più o meno spiccati in tv, è diventato anche il re del gossip grazie al fidanzamento con la fashion blogger Chiara Ferragni.

La decisione, comunque, è attesa a strettissimo giro anche perché il periodo è febbrile per le agenzie e per i cantanti che hanno richieste da ogni dove e non sono nelle condizioni di attendere all’infinito la decisione del Comune di Salerno. Resta da capire quale delle due di concerto avrà la meglio, decisione sulla quale peserà anche il giudizio dell’ex sindaco ed attuale governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Ultimo aggiornamento: 11:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA