Videogiochi illegali col telecomando
per raggirare i controlli: una denuncia

  • 58
Resta alta l’attenzione della polizia a Cava de’ Tirreni. Durante l’attività di prevenzione e controllo sul territorio cittadino, gli agenti, con il supporto del reparto prevenzione crimine Campania, hanno eseguito mirati controlli nelle aree centrali e periferiche della città e lungo le principali arterie viarie. Diversi i posti di controllo realizzati con l’impiego di 7 pattuglie: identificate oltre 160 persone, 41 quelle con precedenti di polizia di cui due sottoposte a perquisizione domiciliare, controllati inoltre 57 veicoli. Diverse le infrazioni al codice della strada contestate per diverse violazioni e in particolare per sorpassi in tratti curvilinei e inosservanze del pagamento della tassa di usura strade a carico dei mezzi d’opera. Non sono mancati i controlli alle persone agli arresti domiciliari per verificare la loro presenza nelle rispettive abitazioni. Particolare attenzione è stata posta ai luoghi di ritrovo dei giovani. L’attività è stata estesa anche ai locali pubblici solitamente frequentati da pregiudicati con contestuale identificazione dei numerosi avventori presenti. Tre i controlli amministrativi effettuati presso circoli e sale giochi. In tale contesto, una 40enne titolare di una delle sale giochi oggetto di verifica è stata denunciata per esercizio di gioco d’ azzardo con contestuale sequestro di tre apparecchi video di intrattenimento, privi di collegamento informatico nonché dei requisiti previsti dalla legge. Per evitare il controllo della polizia, i videogiochi venivano attivati a distanza attraverso un telecomando, così da fare apparire sullo schermo il gioco delle slot machine, riproduzione video della classica macchinetta “mangiasoldi” a braccio degli anni ’90. 
Sabato 23 Febbraio 2019, 20:27 - Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio, 08:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP