Tre vigili feriti in villa comunale,
scatta la protesta: «Dateci il Taser»

Venerdì 6 Dicembre 2019 di Gianluca Sollazzo
Vigili aggrediti in villa comunale a Salerno, chiesto l’utilizzo della pistola elettrica. Nell’ambito dei controlli sugli ambulanti abusivi in centro, mercoledì sera tre agenti della polizia municipale sono rimasti feriti in uno scontro con un ambulante proveniente dalla Costa d’Avorio che si è rifiutato di sgomberare il telone con mercanzie che aveva esposto nella villa comunale del centro. Davanti ad alcuni passanti è avvenuta una colluttazione con l’extracomunitario. In soccorso dei due agenti intervenuti sono giunti altri quattro vigili. Panico tra i passanti e i turisti. L’ambulante ha anche inveito contro gli agenti e danneggiato alcune luminarie. Nello scontro corpo a corpo sono rimasti feriti tre agenti, tra cui una vigilessa. Uno degli agenti ha riportato una costola incrinata, la vigilessa alcune contusioni. L’aggressore è stato immobilizzato e fermato: scatterà una denuncia per aggressione e offesa a pubblico ufficiale. I cittadini presenti in villa hanno applaudito alla operazione della polizia municipale, esprimendo la loro solidarietà agli agenti feriti. Un terzo vigile ha riportato ferite lievi, mentre gli altri due agenti hanno riportato 20 giorni di prognosi. 

Gli agenti chiedono da subito la dotazione e i corsi per l’utilizzo del Taser, la pistola a impulsi elettrici di cui sarà dotato anche il comando di Salerno. Il decreto sicurezza approvato l’anno scorso permette alle polizie locali di munirsi dello strumento solo nei Comuni con più di 100mila abitanti. Il Comune di Salerno dovrà comunque fare una modifica del regolamento prima di adottare la pistola elettrica. Tuttavia il decreto sicurezza include Salerno tra le città italiane che dovranno dotare i vigili urbani del Taser. Ultimo aggiornamento: 07:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA