Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ztl Salerno, piano bloccato: varchi
non controllati ed è caos centro storico

Mercoledì 9 Febbraio 2022 di Gianluca Sollazzo
Ztl Salerno, piano bloccato: varchi non controllati ed è caos centro storico

È ancora in cantiere da due anni e mezzo. Il progetto di ampliamento della Zona a Traffico Limitato nel cuore del centro storico di Salerno è stato congelato dalla pandemia ma anche da intoppi burocratici. I nuovi varchi sono ancora spenti e questo amplifica il problema della sosta selvaggia. Quali le vie interessate dal progetto ancora bloccato? Si tratta del varco di via Porta Elina, di via Conforti e dell’incrocio via Principati-Corso Vittorio Emanuele. Il piano della nuova Ztl era partito a fine 2019 per decongestionare il traffico e ridurre l’impatto dell’inquinamento acustico e ambientale legato alla circolazione dei veicoli in centro. Tutto questo mentre nel centro storico aumenta da settimane il numero di veicoli sanzionati per la sosta selvaggia: più di 80 auto e scooter beccati in una settimana tra Largo Plebisicito, via Duomo, via Tasso e Largo Campo. Auto parcheggiate senza criterio e piazze trasformate in parcheggi abusivi. 

Da qui la mano pesante. Gli agenti della polizia municipale, agli ordini del comandante Rosario Battipaglia, hanno intensificato i controlli e le sanzioni per arginare quello che sembra a tutti gli effetti una recrudescenza del malcostume di chi pensa di parcheggiare e transitare nel centro storico liberamente. Le auto parcheggiate nel centro storico vengono sottoposte da giorni a rimozione forzata. Ma non basta. L’ampliamento della Zona a Traffico Limitato sarebbe servito senza dubbio a limitare i casi di accesso selvaggio. Tuttavia il progetto resta congelato da due anni e mezzo. Un po’ per colpa della pandemia un po’ per colpa di lungaggini burocratiche. Ma cosa prevede il piano deliberato dal Comune nel lontano 2019? L’estensione della rete di controllo telematica con l’attivazione di tre nuovi varchi nel in centro e sul Corso Vittorio Emanuele era quasi pronta a decollare. 

L’amministrazione aveva installato già un anno e mezzo fa le nuove telecamere ai varchi e verificato il loro corretto funzionamento. Era tutto pronto per la partenza della fase sperimentale. Poi tutto si è arenato. Eppure la nuova Ztl con i nuovi varchi, serve a limitare gli accessi selvaggi nel centro storico e a contrastare la deriva del parcheggio selvaggio. Basti pensare che su via Elina prosegue da tempo la pessima abitudine dei transiti contromano provenienti da via San Benedetto. Col progetto di nuova Ztl ancora chiuso nel cassetto, i tempi di avvio della sperimentazione restano incerti. Ai cittadini va data infatti la possibilità di adattarsi ai nuovi varchi di via Conforti, Corso-via Dei Principati e via Porta Elina: la sperimentazione dei nuovi varchi doveva durare non meno di 30 giorni. La sperimentazione della nuova Ztl avrebbe riguardato da subito i varchi di via Conforti e sul Corso Vittorio Emanuele (tratto dopo via Principati). Un altro varco previsto era quello nel tratto compreso tra via San Benedetto e Porta Elina, dove sono segnalati dai residenti anche transiti contromano di auto provenienti dal museo archeologico provinciale. I nuovi varchi si sarebbero aggiunti agli 11 già esistenti. Si ricorda a tal proposito che nel 2021 sono caduti nella rete dei transiti fuorilegge almeno 33 mila salernitani, a conferma che la Ztl rappresenta ancora una insidia.

Nel 2019 l’amministrazione aveva individuato nel centralissimo corso Vittorio Emanuele il luogo dove attivare i nuovi varchi in quanto troppo spesso si registrano infrazioni ed il transito di veicoli non autorizzati oltre al fenomeno del parcheggio selvaggio tra via dei Principati. «È necessario – si legge nella delibera del 2019 - porre in essere ulteriori provvedimenti specifici, atti a decongestionare il centro storico dal traffico che si presenta veicolare in continuo aumento in un’area le cui caratteristiche tipologiche risultano inadeguate ed, oltretutto, impegnate da un’intensa circolazione pedonale».

Ultimo aggiornamento: 07:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA