Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

CORONAVIRUS

Covid, la Cina torna a tremare: primi due morti da oltre un anno, gli ultimi erano di gennaio 2021

Nel Paese oggi sono stati registrati 4.051 nuovi casi, in calo rispetto ai 4.365 del giorno prima

Sabato 19 Marzo 2022
Covid, la Cina torna a tremare: primi due morti da oltre un anno, gli ultimi erano di gennaio 2021

In Cina si riaffaccia l'incubo Covid. Nel Paese sono stati registrati dopo oltre un anno dagli ultimi, i primi due decessi a causa del virus. Lo riferisce la Commissione sanitaria nazionale affermando che entrambi i decessi sono avvenuti nella provincia nord-orientale di Jilin, mentre il Paese si trova di fronte alla peggiore ondata di contagi dall'inizio della pandemia. I decessi sono stati i primi segnalati in Cina dal 26 gennaio 2021. Nel Paese oggi sono stati registrati 4.051 nuovi casi, in calo rispetto ai 4.365 del giorno prima.

Austria, torna l'obbligo di mascherina al chiuso per frenare l'impennata di contagi

In farmacia kit test rapidi

Nelle farmacie e nelle piattaforme di e-commerce cinesi abbondano i kit per eseguire in autonomia i test antigenici rapidi per il Covid-19, dal momento che il Paese è deciso a prendere misure più rigide e rapide per arginare le nuove infezioni. La Cina infatti è alle prese da marzo con una recrudescenza di casi di Covid-19 in diverse suddivisioni a livello provinciale. L'identificazione rapida delle fonti di infezione richiede un metodo che sia facile da usare e promuovere, e che possa essere più utile ai fini degli screening sanitari di massa, ha spiegato Zhao Gang, a capo del centro per il controllo e la prevenzione delle malattie di Hangzhou, capoluogo della provincia orientale cinese dello Zhejiang.

La settimana scorsa la Cina ha aggiunto quella della rilevazione dell'antigene come opzione per il test Covid-19 tra il pubblico, nell'ambito degli sforzi per aumentare il rilevamento precoce dei casi, secondo la Commissione Sanitaria Nazionale. La rilevazione dell'antigene è applicabile alle persone con sintomi quali tosse o febbre, ai soggetti posti sotto osservazione durante la quarantena e a coloro che sono disposti a fare l'autotest antigenico, ha spiegato Zhao. Dal 14 marzo, è possibile acquistare i prodotti per eseguire il tampone antigenico direttamente attraverso l'applicazione Taobao, del colosso dell'e-commerce Alibaba, e il costo per reagente di ogni campione è pari a circa 20 yuan (circa 3,15 dollari). I prodotti consentono alle persone di verificare la presenza del virus tramite un tampone nasale, con risultati entro 20 minuti.

Ultimo aggiornamento: 14:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA