Covid, Pregliasco: «Limitiamo la socialità al massimo, così in un mese è possibile piegare la curva dei contagi»

Martedì 27 Ottobre 2020

È tra gli esperti che avevano chiesto misure più dure per frenare la corsa di Covid-19, specie nelle grandi città. «Ora sono convinto che sia possibile piegare la curva in un mese se saremo uniti e, sulla linea del nuovo Dpcm, sapremo ridurre i contatti non essenziali. Mi rendo conto che questo è un Dpcm di compromesso, e che a pagare è la socialità, ma se riusciamo a limitare i nostri contatti è fattibile piegare la curva in un mese».

A dirlo all'Adnkronos Salute è il virologo dell'Università degli Studi di Milano Fabrizio Pregliasco. «Da punto di vista della salute più si chiude, meglio è - precisa - ma mi rendo conto che interventi come il primo lockdown comportano anche costi di altri tipo, molto pesanti. Se saremo uniti e riusciremo a limitare la nostra socialità al massimo, sono fiducioso che sia possibile piegare la curva ed evitare misure peggiori». Pregliasco torna ad invitare tutti a «un nuovo galateo, che comporta una serie di misure, dai saluti senza contatto fisico all'uso della mascherina, all'igiene delle mani, al distanziamento, fino all'evitare i luoghi affollati e chiusi. Un galateo che può aiutarci in questi mesi in cui dovremo convivere con il virus», conclude.

Covid, come proteggersi dal contagio in casa: attenti anche alle consegne

Ultimo aggiornamento: 11:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA