CORONAVIRUS

Natale, Faq e regole per il cenone: a tavola al massimo in 6, niente cin cin e auguri al vivavoce

Venerdì 11 Dicembre 2020 di Lorena Loiacono
Natale, Faq: ecco cosa si può fare. A tavola al massimo in 6, niente cin cin e auguri al vivavoce

Il Natale in famiglia? Si può fare ma attenzione alle regole. Pochi a tavola, niente brindisi e, al momento dello scambio dei regali, ognuno prende il suo con le proprie mani. Basta solo rispettare il distanziamento e, come sempre, usare il buon senso: e il Natale è salvo. Non sarà come negli anni passati, ma con qualche accorgimento anti-Covid si può fare.

«Innanzitutto bisogna limitare al massimo i contatti perché - spiega il virologo Fabrizio Pregliasco - è necessario considerare che ogni contatto potrebbe essere a rischio. Quindi per sedersi a tavola è meglio non superare le 6 persone. Tutte sedute a un metro e mezzo di distanza l'una dall'altra. Se non è possibile, si dividono i tavoli salvaguardando sempre le persone più a rischio. Pensiamo prima di tutto ai nonni ovviamente”.

 

Natale, Conte e le deroghe sugli spostamenti tra Comuni: «Cautela, ma Parlamento si assuma responsabilità»

Zone gialle, dalla Lombardia al Piemonte alla Campania: le regioni cambiano colore. Più restrizioni in Puglia, Veneto e Sicilia

 

 

A tavola come al ristorante

 

Separare i tavoli, un po' come s si stesse al ristorante senza superare il numero massimo di sei. Una volta seduti, distanziati a regola d'arte, il gioco è fatto? No, mai abbassare la guardia: chi prepara la tavola, infatti, penserà a fare in modo che non ci sia bisogno di scambiarsi piatti e posate. Sarà sufficiente lavarsi bene le mani, apparecchiare con i posti completi di tutto per fare in modo che nessuno debba toccare il piatto o il bicchiere destinato ad un altro.

Ogni cosa al suo posto, quindi, senza la necessità di “passarsi” piatti di portata o cucchiai.

Quest'anno non si dovrà sentire il tradizionale “passami il pane”: ognuno prende la sua parte con le sue mani.

Le portate? Vengono fatte da una sola persona, o anche più, basta che prima si sia lavata le mani: vietato usare lo stesso cucchiaio, ad esempio, per prendere la carne o la verdura dal piatto di portata.

 

Cin cin vietato

 

A qualcosa bisognerà rinunciare: il brindisi di mezzanotte, ad esempio, dovrà necessariamente saltare. Niente accostamento d bicchieri tra loro, il motivo? Potrebbero essere contaminati. Ma non solo: «Per fare cin cin - continua Pregliasco - è necessario avvicinarsi all'altra persona, a volte addirittura si toccano le mani: non si può assolutamente fare».

 

I regali sotto l'albero?

 

Molto meglio che i regali, appunto, restino sotto l'albero. Non è consigliabile, infatti, prendere un regalo e metterlo nelle mani della persona a cui è destinato. I regali vengono posizionati sotto l'Albero e ognuno va a prendere il suo. Lo scambio è pericoloso, ci si avvicina troppo.

 

Addio al bacio sotto al vischio

 

A meno che non si sia congiunti, sono da evitare assolutamente baci e abbracci. Niente bacio sotto il vischio, dunque, né quello affettuoso per ringraziare del dono ricevuto e della bella giornata trascorsa insieme.

 

Gli auguri al vivavoce

 

Se non ci si può vedere di persona, allora, si possono fare gli auguri al telefono. Sì, ma anche qui con le dovute accortezze: se arriva una telefonata di un parente che vuole fare gli auguri a più persone presenti, non si può semplicemente passare il telefono. Sia perché il telefono viene toccato sia per la vicinanza con la bocca.

Molto meglio attivare il viva-voce: così gli auguri arrivano a tutti, ma senza rischio.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre, 01:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA