Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Omicron 5, contagi in forte crescita: dieci consigli sempre utili per evitare il virus. I rischi dell'imprudenza

Giovedì 30 Giugno 2022
Omicron 5, contagi in forte crescita: dieci consigli sempre utili per evitare il virus I rischi dell'imprudenza

Omicron e la contagiosissima variante Ba.5 riprendono a galoppare. I virologi sono concordi: il "rompete le righe" (le limitazioni sopravvissute sono poche e a volte nemmeno comprensibili: sì sui treni anche dell'Alta velocità, no sugli aerei) sta aiutando Omicron 5 a diffondersi a livelli assai preoccupanti anche se restano scarsi i casi di gravi complicazioni. E allora? Prudenza e mascherine. Attenzione ai luoghi affollati e ricordarsi di lavarsi le mani. Non sottovalutare i sintomi classici (dalla febbre al mal di testa alla tosse). Comportarsi correttamente: se si scopre di essere stati contagiati (in questi giorni è boom dei tamponi "fai da te") non fare finta di nulla andando a lavorare o alla serata di "calcetto". I consigli sono insomma quelli di sempre, poi la realtà offre scenari diversi: dai locali affollatissimi ai concerti dove la calca è appunto da concerto, in barba a qualsiasi precauzione. Con la speranza che il prezzo da pagare per questo "liberi tutto" non diventi alto.

 

Mascherine, cosa cambia dal 15 giugno: stop per cinema, teatri e sport al chiuso. In bilico decisione su trasporti e maturità

Omicron 5, non abbassare la guardia

Con il Covid, in altre parole, avremo a che fare ancora per molto. 

Omicron, vaccino aggiornato per Moderna. «Produce il doppio degli anticorpi»

Come evitare il contagio

1) Mai senza mascherina al chiuso

Anche se in molti non le sopportano e non sono più obbligatorie, le mascherine restano utilissime:  il primo consiglio è continuare a usarle negli ambienti chiusi. Dopo il vaccino restano uno dei sistemi di protezione più efficaci, soprattutto al chiuso. Non solo si riduce il rischio di contrarre l’infezione ma, anche nel caso si entri in contatto col virus, se ne riduce la quantità inalata.

Omicron Ba.5 sale al 13% di diffusione in Italia, a inizio maggio era sotto lo 0,5: è allarme

2) Mascherina sui mezzi di trasporto

Fino al 30 settembre resta obbligatoria negli ospedali e nelle Rsa e su metro, treni, navi e Ncc. Non lp è invece sugli aerei, circostante da molti bollata come contraddittoria. 

3) Mascherina anche all'aperto nei grandi eventi

E se il consiglio è di tenere la mascherina nei luoghi chiusi, in realtà anche nei grandi eventi all'aperto bisognerebbe utilizzarla. È tempo di concerti, di cerimonie di assembramenti, ecco la raccomandazione è di usare la mascherina anche in queste situazioni. 

Sì viaggiare, ma occhio a vaiolo delle scimmie e omicron 5: ecco i consigli di Oms ed Ema

4) Mani sempre pulite

Non bisogna inoltre perdere la sana abitudine di lavarci spesso le mani. L'ideale sarebbe usare acqua e sapone o anche un panno imbevuto di alcol, ma qualora non fosse possibile va bene anche il gel igienizzante.

Omicron 5, vacanze a rischio? Il caso Portogallo allarma: la situazione dei contagi nelle principali mete estive in Europa

5) Come scegliere i locali

Un altro consiglio da tenere a mente si riferisce a come scegliere i locali da frequentare.  Bar, discoteche e ristoranti:  scegliete un locale che non assembri troppe persone, che disinfetti i tavoli e le sedie dopo ogni cambio di clientela e che fornisca sempre igienizzanti.

 

6) I richiami del vaccino sono necessari

I vaccini rimangono l'unico mezzo per abbassare il rischio di contagio e vanno fatti. Secondo i dati ancora molti italiani non hanno effettuato il richiamo con la terza dose ed è invece fondamentale.  E anche i fragili, che stanno esitando all'invito a vaccinarsi, dovrebbero effettuare la quarta dose: solo il 17.2% degli over 80 l’ha effettuata. E visto che in autunno si parla di nuova impennata i dati sono troppo bassi.

 

7) Nel dubbio fare un tampone

Ormai sono di facile reperibilità e il test è l'unico modo per essere certi  di non aver contratto il virus e quindi non mettere neanche a rischio le persone che ci sono vicine. Non accontentarsi del risultato di un solo test sia per riscontrare l'eventuale positività sia per la negativizzazione.

8) Attenti all'uso promiscuo di bottiglie e bicchieri

Evitare l'uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, soprattutto durante l'attività sportiva.

9) Non curarsi da soli

In caso di sintomi rivolgersi sempre al medico di base: con il Covid e le sue varianti non bastano le aspirine e non serve, anzi è dannoso, tentare di guarire con antibiotici.

10) Igiene della casa

Continuare a lavare e a disinfettare le superfici a contatto con più persone

© RIPRODUZIONE RISERVATA