Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Omicron, Ecdc: «Sì alle mascherine all'aperto se non c'è distanziamento»

Secondo l'ultimo documento pubblicato dall'ente Omicron resisterebbe più di Delta sulle superfici e sulla pelle umana

Martedì 8 Febbraio 2022
Omicron, l'Ecdc: «Sì alle mascherine all'aperto se non c'è distanziamento»

Mentre si riducono le restrizioni nella maggior parte d'Europa, l'Ecdc - il Centro europeo per
la prevenzione e il controllo delle malattie - frena e dice sì al mantenimento di mascherine all'aperto, là dove non è possibile il distanziamento. Lo sottolinea nel documento intitolato "Considerations for the use of face masks in the community in the context of the Sars-CoV-2 Omicron variant of concern", in cui si legge anche che Omicron «ha un significativo  vantaggio di diffusione e un aumento del rischio di trasmissione domestica rispetto a Delta». 

Omicron resiste più a lungo di Delta sulle superfici

In particolare, secondo alcuni dati sperimentati recenti (ma ancora non sottoposti a revisione paritaria) Omicron riuscirebbe conservarsi più a lungo sulle superficie plastiche e sulla pelle umana rispetto al ceppo di Wuhan e Delta. Tuttavia «non ci sono dati che dimostrino che abbia una maggiore capacità di sopravvivere negli aerosol o di essere trasmesse attraverso aerosol rispetto alle varianti precedenti». 

Come scegliere la mascherina migliore 

Il nuovo documento online sul portale, sulla base degli ultimi studi scientifici precisa che per l'uso appropriato è importante che le mascherine coprano completamente il viso «dal ponte del naso fino al mento e che sia correttamente regolata per ridurre al minimo lo spazio aperto». La scelta del tipo di mascherina «dovrebbe considerare la disponibilità e la tollerabilità, oltre all'efficacia» ma in generale le FFp2 sono più efficaci delle chirurgiche e quelle chirurgiche più efficaci di quelle di comunità (o di stoffa). Infine per anziani, persone come malattie croniche e persone con alto rischio di contagio da Covid rimane consigliato l'uso di FFp2, se disponibile e tollerato. 

Ultimo aggiornamento: 16:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA