Prenotazioni vaccino, Figliuolo: da lunedì 10 maggio aperte a over 50 in tutta Italia. Spazio ai nati fino al 1971

Giovedì 6 Maggio 2021
Prenotazione vaccino, Figliuolo: da lunedì aperte a under 50 in tutta Italia. Spazio ai nati fino al 1971

Prenotazioni vaccino  anti-covid in Italia. A partire da lunedì prossimo saranno aperte, in tutte le Regioni, agli over 50, dunque per tutti coloro che sono nati fino al 1971. La nuova disposizione è stata data dalla struttura del Commissario per l'Emergenza Francesco Paolo Figliulo. Il commissario sottoline che si tratterà di un'apertura «graduale» resa possibile «dal buon andamento delle somministrazioni su scala nazionale delle categorie prioritarie, over 80 e fragili, riportate nell'ordinanza n. 6 del 9 aprile 2021».

 

 

 

COME SI PROCEDE -  Le prenotazione per i cittadini over 50 verranno recepite ferma restando la priorità per le persone affette da patologie o situazioni di compromissione immunologica che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19 (comorbidità), seppur senza quella connotazione di gravità riportata per le persone fragili.

 

 

NEL LAZIO - Intanto da domani sera a mezzanotte nel Lazio si apriranno la prenotazione per le età 55/54 anni (ovvero i nati nel 1966 e 1967). Ieri invece si sono aperte le prenotazioni per la categoria 4 estesa ai codici esenzione per malattia rara per tutte le fasce di età dai 18 anni in su. La prenotazione online sarà attiva sul sito salutelazio.it. «Abbiamo impostato la libertà di scelta del vaccino secondo le forniture che abbiamo. E' un'impostazione che vogliamo mantenere sia per le fasce sopra i sessant'anni che per le fasce sotto i sessanta. A noi interessa raggiungere l'obiettivo finale. Una persona su tre nel Lazio ha avuto la prima dose, il 15% ha completato il percorso vaccinale», dice a Sky TG24 Alessio D'Amato, Assessore alla Sanità della Regione Lazio, ospite di Timeline.

 

IN LOMBARDIA - Da lunedì partono quindi le prenotazioni per la fascia 50-59 anni anche in Lombardia, come annunciato su Twitter dal vicepresidente della Regione, Letizia Moratti. Si tratta dei cittadini nati tra il il 1962 e il 1971. L'avvio delle prenotazioni per la per la fascia più popolosa di popolazione rispetto a quelle precedenti partirà dunque lunedì prossimo e coinvolgerà circa 1,59 milioni di cittadini lombardi. I piani della Lombardia, nelle prospettive più ottimistiche, prevedevano di iniziare a somministrare il vaccino a questa fascia a partire dal 19 maggio per concludere il 7 giugno. Gli under 49 da vaccinare, invece, saranno 4 milioni. «La campagna vaccinale - ha sottolineato il presidente Attilio Fontana in un'intervista a SkyTg24 - procede spedita. Purtroppo a causa della carenza di vaccini abbiamo dovuto rallentare, infatti il generale Figliuolo ha abbassato il target per la nostra regione, che ora si attesta intorno alle 85.000 inoculazioni al giorno. Voglio comunque sottolineare che la Lombardia è l'unica, insieme ad altre due regioni, ad avere mantenuto e superato i target».

 

IN PUGLIA -  Anche in Puglia «prestissimo» saranno «aperte le prenotazioni per gli under60» per aderire alla campagna vaccinale anti Covid, dice l'assessore regionale alla Sanità, Pierluigi Lopalco, spiegando che «la circolare del commissario Figliuolo che autorizza l'apertura delle agende per la classe di età 50-59 è arrivata ieri».

 

Ultimo aggiornamento: 7 Maggio, 10:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA