Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Omicron, trasmessi referti negativi a 400 positivi: l'errore dell'ospedale alimenta un super focolaio in Australia

Altre 995 persone sono state informate di esser risultate negative prima che i loro test venissero elaborati

Lunedì 27 Dicembre 2021
Variante Omicron, laboratorio trasmette referti negativi a 400 positivi: super focolaio in Australia

Un sms arrivato la sera del 25 dicembre con il risultato del test Covid appena fatto aveva comunicato a 400 persone la loro negatività al virus. Un ottimo regalo di Natale, un via libera a vivere le festività in compagnia di parenti e amici, in sicurezza. Peccato che i risultati trasmessi dal laboratorio di analisi fossero frutto di un "errore umano" e che quelle 400 persone fossero invece risultate positive. È successo in Australia dove il Il St Vincent's Hospital di Sydney è ora sotto accusa per aver alimentato con il proprio errore un focolaio dell'infezione Covid in quell'area, tra le più colpite del Paese. 

Australia, comunicati risultati sbagliati a 1400 persone

Un laboratorio di analisi in Australia, Il St Vincent's Hospital di Sydney, ha inviato via sms a 400 persone risultate positive al Covid, dei referti di negatività al test. I risultati sono stati corretti dal laboratorio soltanto la mattina seguente. Secondo i funzionari sanitari questi casi potrebbero essere con grande probabilità attribuiti alla variante Omicron, sebbene si attenda ancora una conferma dal sequenziamento genomico.

Lo stesso laboratorio di analisi ha anche affermato che altre 995 persone erano state informate di essere risultate negative, quando in realtà i loro test non erano ancora stati lavorati. Al momento è in corso un'indagine per comprendere le dinamiche del grave incidente. Si ritiene che la confusione possa essere in parte dovuta all'aumento della richiesta di test nei giorni delle festività natalizie.

 

«Ci aspetteremmo che tutti nel Nuovo Galles del Sud a un certo punto prendeno Omicron», ha affermato il ministro della salute del Nuovo Galles del Sud, Brad Hazzard. Sabato scorso sono stati registrati quasi 10.000 casi di coronavirus in tutta l'Australia, durante un'impennata record di test positivi nel paese. La maggior parte dei casi è stata riscontrata proprio nel New South Wales, dove si trova il St Vincent's Hospital. Il Nuov Galles del Sud ha tuttavia anche il tasso di vaccinazione più alto rispetto agli altri cinque stati australiani.

Omicron viaggia ad alta quota, migliaia di voli cancellati sotto le feste: ecco cosa sta succedendo

Ultimo aggiornamento: 20:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA