CORONAVIRUS

Vaccino, ecco come si prenota la somministrazione sulla piattaforma delle Poste

Giovedì 1 Aprile 2021 di Michela Allegri
Vaccino, ecco come si prenota la somministrazione sulla piattaforma delle Poste

L’obiettivo è velocizzare le procedure e rendere più snelle le fasi di prenotazione del vaccino per combattere il coronavirus. Lo scopo, in tutte le Regioni, è fare in modo che la campagna di immunizzazione prosegua a ritmo sempre più spedito, anche in vista delle riaperture estive, nella speranza di riguadagnare progressivamente la normalità che, ormai, manca da più di un anno. Anche la Lombardia, da sabato 3 aprile, adotterà un nuovo sistema per la prenotazione del vaccino anti-Covid: la regione sarà inserita nei sistemi informativi della struttura commissariale di Poste italiane. Il commissario straordinario per l’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo, ha dichiarato che in questo modo «gradualmente si risolveranno tutte quelle problematiche che ci sono state, legate proprio a una criticità nei sistemi informativi». Oltre alla Lombardia, il sistema è stato adottato anche in Calabria, Sicilia, Marche, Abruzzo e Basilicata. Il sistema Poste scalza la soluzione di Aria, l’azienda regionale che ha gestito finora la campagna vaccinale in Lombardia, raccogliendo risultati discutibili, tanto che il cda si è dimesso in blocco. Nella prospettiva della fase di vaccinazione di massa, che scatterà dopo Pasqua, le regioni si stanno organizzando per mettere a punto sistemi celeri e facili da utilizzare, in modo da evitare stalli e rallentamenti.

 

Covid, Oms: «Vaccini? Europa troppo lenta, aumento nuovi casi mai visto prima»

Vaccini, distrutte 15 milioni di dosi di Johnson & Johnson negli Usa: «Errore umano nello stabilimento»


Ma ecco come funziona il nuovo sistema delle Poste: si parte con le prenotazioni delle persone che hanno tra 70 e 79 anni, una volta terminato il turno degli ultra-ottantenni. La procedura dovrebbe essere semplice: è necessario essere in possesso soltanto della propria tessera sanitaria in corso di validità e di uno smartphone su cui ricevere le comunicazioni circa la data della vaccinazione. Si accede al portale e si inseriscono in un apposito spazio il numero della tessera sanitaria e il codice fiscale. Si apre così la schermata successiva, dove vengono indicate le sedi dei punti vaccinali più vicine all’indirizzo di residenza. La piattaforma indica anche i giorni e gli orari liberi, che devono essere selezionati. Una volta terminata la prenotazione, arriverà un sms di conferma dell’appuntamento.

 

 


Il sistema Poste consente di prenotare il vaccino anche a chi non può accedere alla piattaforma online: è sufficiente raggiungere un Atm Postamat, oppure chiedere al proprio postino, che deve inserire i dati nel suo palmare e stampare la ricevuta di avvenuta prenotazione. Inoltre è possibile telefonare dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 al numero verde 800.009.966, valido per tutte le regioni che ricorrono a Poste.
Oggi è prevista una conferenza stampa della Regione Lombardia per spiegare nei dettagli le modalità di prenotazione: parteciperanno tra gli altri i vertici della Regione, Attilio Fontana, Letizia Moratti, e il chief digital technology operating officer di Poste Italiane Mirko Mischiatti. 

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 2 Aprile, 07:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA