Streptococco A, 9 bambini morti in Gran Bretagna. L'Agenzia per la Salute: «Possibili terapie antibiotiche nelle scuole»

La causa principale potrebbe essere l'abbassamento dei livelli di immunità causati dalle misure Covid

Incubo streptococco: 9 bambini morti per l'infezione
Incubo streptococco: 9 bambini morti per l'infezione
Martedì 6 Dicembre 2022, 13:50 - Ultimo agg. 7 Dicembre, 11:16
3 Minuti di Lettura

È allarme in Gran Bretagna per i casi di Streptococco. Oggi è salito a nove il numero delle vittime, tutti bambini, morti dopo aver contratto l'infezione in una forma molto aggressiva. Un problema che ha portato anche il ministro dell'istruzione Nick Gibb a dichiarare che potrebbero essere somministrati antibiotici ai bambini affetti da streptococco A per fermare l'infezione. 

Nove vittime dello streptococco

L'ultimo bimbo rimasto vittima dello streptococco è un alunno di cinque anni della scuola elementare Black Mountain Primary School a Belfast, nell'Irlanda del Nord. La scuola ha inviato una lettera ai genitori, per esprimere vicinanza alla famiglia per la tragedia avvenuta: «I pensieri di tutta la scuola sono con la famiglia e gli amici dell'alunno in questo momento difficile».

Nelle settimane precedenti altri bambini avevano contratto l'infezione in forma grave. Per gli esperti la stagione dello streptococco è iniziata in forma anticipata e particolarmente forte. La causa principale potrebbe essere l'abbassamento dei livelli di immunità causati dalle misure Covid.  

 

Antibiotici preventivi nelle scuole 

Dopo i diversi casi registrati nel paese, ora potebbero essere somministrati ai bambini delle scuole terapie antibiotiche preventive come misura di prevenzione sanitaria. Colin Brown, vicedirettore dell'Agenzia per la salute e la sicurezza del Regno Unito (Ukhsa), ha dichiarato a Sky News che esistono «da tempo linee guida» secondo le uqali valutare la situazione nelle scuole e negli asili per prendere in considerazione la profilassi antibiotica per «un gruppo di bambini in determinate classi o nell'intero plesso».

La somministrazione di antibiotici preventivi è comunque una misura raramente applicata dai funzionari sanitari. Sarebbe comunque applicata solo alle scuole dove si sono verificati casi di infezioni gravi. Secondo l'UKHSA si tratterebbe di una mossa da applicare solo in "circostanze eccezionali" in seguito a valutazioni "caso per caso": «Può essere considerato in circostanze eccezionali, ad esempio quando ci sono segnalazioni di esiti gravi o ricoveri. Nelle scuole e negli asili nido, la profilassi antibiotica non è raccomandata di routine per i contatti di infezione da GAS non invasiva (streptococco di gruppo A)» hanno chiarito.

Streptococco A, un altro bimbo morto in Gran Bretagna: è la settima vittima. Sintomi e contagiosità: ecco quando preoccuparsi

Streptococco, cosa è e sintomi 

La maggior parte delle infezioni da streptococco A sono lievi. Tra i sintomi principali c'è mal di gola o un'infezioni della pelle che possono essere trattata facilmente con antibiotici. Tra le malattie causate anche la scarlattina, di cui si è registrato un aumento importante nel numero di casi: sono stati segnalati 851 dal 14 al 20 novembre, rispetto a una media di 186 per lo stesso periodo negli anni precedenti. I sintomi della scarlattina includono mal di gola, mal di testa e febbre, insieme a un'eruzione cutanea fine, rosata o rossa.   

Streptococco A, sei bimbi morti in Gran Bretagna. Il padre di Camila: «Se vostro figlio ha questi sintomi, portatelo in ospedale»

© RIPRODUZIONE RISERVATA