Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vaccini Emilia Romagna, quando tocca a me? Il calendario delle prenotazioni e come sapere quale farmaco iniettano

Giovedì 29 Aprile 2021
Vaccini Emilia Romagna, quando tocca a me? Il calendario delle prenotazioni e come sapere quale farmaco iniettano

L'Emilia-Romagna è tra le regioni che vanno più spedite con la somministrazione dei vaccini in Italia. Su 1.789.070 di dosi consegnate ben 1.570.104 ne sono state iniettate. Con una percentuale pari all'87,8: dietro solo a Liguria, Marche e Umbria. Tra le caratteristiche che hanno portato a questo risultato la gestione del sistema di prenotazione, che presenta ben sei modalità diverse. Mentre sull'indicazione di quale criterio viene adottato per iniettare il vaccino (Pfizer, Astrazeneca, Moderna o Johnson&Johnson) si hanno meno informazioni. Quello che è certo, come accade negli altri territori, è che il farmaco non si può scegliere. Ma i medici tengono conto di alcuni fattori nella somministrazione.

Vaccini, il Veneto accelera con 400mila dosi. Zaia: «Immunizzare i 40enni prima dell'estate»

Criteri per la scelta del vaccino

I criteri applicati per l’individuazione del farmaco sono due: la tipologia di vaccino consegnata (e quindi disponibile) e la platea per cui si può utilizzare quel determinato vaccino. Quindi è possibile che in una stessa giornata in un centro vaccinale ci siano somministrazioni di vaccini diversi, e diverse categorie prenotate. Ma è meglio fare un esempio. Un ultrasessantenne sano, per cui – da indicazione ministeriale – si può utilizzare AstraZeneca o Johnson&Johnson, si presenta per essere vaccinato, in base all’appuntamento, in un determinato giorno e nel centro indicato. E se i vaccini sono disponibili, gli sarà somministrato uno dei due. Ma, in caso l’hub o il centro vaccinale non ne disponga, gli verrà somministrato Pfizer o Moderna. Naturalmente la priorità di somministrazione di Pfizer o Moderna va agli over 80, agli estremamente vulnerabili, alle persone con patologia, ai disabili (come da indicazioni nazionali).

Come prenotare il vaccino

Sono sei le modalità con cui si può prenotare il vaccino in Emilia Romagna. Attraverso gli sportelli dei Centri Unici di Prenotazione (Cup); nelle farmacie che effettuano prenotazioni Cup; online, tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse), l’App ER Salute, il CupWeb; oppure telefonando ai numeri previsti nella Usl di appartenenza per la prenotazione telefonica. Il giorno, l'ora e il punto vaccinale, oltre a tutte le informazioni necessarie, saranno comunicate dagli operatori. Per prenotarsi basta il codice fiscale.

L'elenco dei centri vaccinali in Emilia Romagna

Sono otto le aziende Usl in Emilia RomagnaPiacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Imola, Ferrara, Romagna. La nuova Azienda Usl di Reggio Emilia è nata il 1 luglio 2017, dopo la fusione con l'Azienda Ospedaliera. Le vaccinazioni sono effettuate in 141 punti vaccinali attivi da Piacenza a Rimini.  

Calendario vaccinazioni

Per la prenotazione del vaccino in Emilia Romagna si è iniziato partendo dagli over 80 e poi proseguendo per cinque anni d'età. Dai 75 ai 79 anni, dai 70 ai 74 anni e poi dai 65 ai 69 anni. Fascia d'età a cui è stata data la possibilità di fissare un appuntamento per l'iniezione dal 26 aprile. Ora i prossimi a essere chiamati saranno tutti quelli nati negli anni 1957, 1958, 1959, 1960 e 1961. Quando? Il 10 maggio la Regione vuole aprire le prenotazioni per i vaccini anti covid a chi ha tra i 60 e i 64 anni. Attualmente la possibilità di fissare un appuntamento per il vaccino anti covid-19 è per:

  • Tutte le persone di 80 anni e più, nate nel 1941 e negli anni precedenti
  • Persone di età compresa tra i 75 e i 79 anni (i nati negli anni 1942, 1943, 1944, 1945 e 1946)
  • Persone di età compresa tra i 70 e i 74 anni (i nati negli anni 1947, 1948, 1949, 1950, 1951)
  • Persone di età compresa tra i 65 e i 69 anni (i nati negli anni 1952, 1953, 1954, 1955, 1956)
  • Persone di età compresa tra i 60 e i 64 anni (i nati negli anni 1957, 1958, 1959, 1960,1961): dal 10 maggio

Fascia d'eta 55-59 anni e 50-54 anni

La fascia d'età 55-59 anni è la prossima categoria ad aprire. Seguendo la media di vaccinazione tenuta in Emilia Romagna negli ultimi sette giorni, queste persone dovrebbero ricevere il vaccino a fine maggio. È un calcolo che viene effettuato dal sito faiuntestevai, pensato per individuare tutti i centri dove poter eseguire un tampone, ma che ha anche la funzione per individuare i tempi di attesa del vaccino. Molto dipenderà anche dal vaccino Johnson&Johnson: se potrà essere iniettato anche a questa fascia d'età, allora le vaccinazioni procederanno spedite e si aprirà la possibilità di prenotare anche a questa categoria. Ma attenzione. Finora il farmaco statunitense è stato consigliato agli over 60. Inizio giugno potrebbe essere invece il periodo in cui poter prenotare il vaccino per chi ha un'età compresa tra i 50 e i 54 anni. Anche se la Regione potrebbe decidere allargare.

Fascia d'eta 45-49 anni e 40-44 anni

Secondo la media di vaccinazioni tenuta negli ultimi sette giorni in Emilia Romagna, si aprirà la possibilità per la fascia d'età 40-49 anni verso inizio luglio. Proprio durante il periodo estivo, in cui molte persone saranno in vacanza. Si spera che questo non sia d'ostacolo alla campagna vaccinale. Fine luglio invece dovrebbe essere il turno per chi ha un'età compresa tra i 40 e i 44 anni.

 

Fascia d'eta 35-39 anni e 30-34 anni

Agosto potrebbe essere il turno per chi ha un'età tra i 35 e i 39 anni. Di questa fascia si sono vaccinate in Emilia Romagna già oltre 94mila persone (dato aggiornato al 29 aprile) perché appartenenti alle forze dell'ordine, personale scolastico oppure perché operatori socio-sanitari. Ma ne restano ancora molte altre in attesa della prima iniezione. Chi rientra tra i 30 e i 34 anni potrebbe ricevere il vaccino tra fine agosto e settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA