La dieta con le proteine verdi, basso anche l'indice glicemico. Ecco come è meglio assumerle

Giovedì 13 Maggio 2021
La dieta con le proteine verdi, basso anche l'indice glicemico. Ecco come è meglio assumerle

Cereali, legumi, frutta secca sono una fonte di energia e salute. Contengono gli amminoacidi essenziali per la formazione dei tessuti dell’organismo ma, a differenza dei prodotti di origine animale, hanno pochi grassi. L’ideale sono le zuppe che combinano sapori e sostanze nutritive ecco come cucinarle e mangiarle. 

1. Abbinare cereali e legumi per soddisfare l’intero fabbisogno di aminoacidi dell’organismo.

 

2. Secondo la dieta mediterranea le percentuali caloriche quotidiane sono: 55-65% di carboidrati, 20-30% di grassi e 10-15% di proteine.

 

3. Con un chilo d ortaggi al giorno da ripartire nei vari pasti si possono apportare da 15 a 30 grammi di proteine.

 

4. Per la cottura di vegetali o legumi è preferibile usare una pentola di coccio e prediligere una modalità lenta.

 

5. La sostituzione, anche parziale, delle proteine animali con quelle vegetali comporta un abbassamento del rischio delle malattie cardiovascolari e dei tumori.

 

6. Le proteine verdi hanno generalmente pochi grassi e un basso indice glicemico, elementi utili per il controllo del peso.

 

7. Zuppe, paste, minestroni e vellutate possono essere arricchiti con semi oleosi fonte di vitamine, minerali e grassi polinsaturi.

Ultimo aggiornamento: 8 Giugno, 21:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA