CORONAVIRUS

Vaccino, la provocazione di Red Ronnie: «Rendere il vaccino obbligatorio è incostituzionale»

Martedì 29 Dicembre 2020
Covid, Red Ronnie contro l'obbligo del vaccino: «È incostituzionale. Nessuno può essere obbligato»

Rendere il vaccino anti Covid obbligatorio? È incostituzionale: lo dice il conduttore e critico musicale Gabriele Ansaloni, aka Red Ronnie. In particolare, il giornalista ha dichiarato che «esiste una Costituzione che dice che nessuno può essere obbligato e uno può scegliere come guarirsi». Stessa cosa vale per un eventuale «albo» dei vaccinati, che secondo Red Ronnie «è sempre contro la Costituzione. Punto».

 

Claudia Alivernini, alla prima vaccinata minacce choc: «Vediamo quando muori». E lei blocca i social

Il conduttore ha spiegato il suo ragionamento sul trattamento anti coronavirus, chiarendo che «chi non si vaccina non mette a repentaglio chi si è vaccinato. Se uno si vaccina che problemi ha? È salvaguardato. È sicuro o comunque crede di esserlo. Chi non si vaccina può contagiare solo un altro che non si vaccina. Beh ma saranno problemi nostri. Non posso certo contagiare un vaccinato! Se il vaccino funziona», queste le dichiarazioni di Red Ronnie.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 12:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA