Astrazeneca, pubblicato il contratto con la Ue. Von der Leyen: «Accordi vincolanti»

Venerdì 29 Gennaio 2021
Astrazeneca, pubblicato il contratto con la Ue. Von der Leyen: «Accordi vincolanti»

AstraZeneca «farà ogni sforzo ragionevole ('best reasonable effort') per produrre il vaccino» anti-Covid «nei siti manifatturieri localizzati all'interno dell'Ue (che, unicamente ai fini di questa sezione del contratto, include anche il Regno Unito) e potrà produrre il vaccino in stabilimenti non Ue, se del caso, per accelerare la fornitura del vaccino in Europa». Lo si legge nel contratto di acquisto anticipato siglato dalla Commissione Europea con la multinazionale britannica AstraZeneca, che la Commissione ha pubblicato poco fa. Il contratto è disponibile in una versione largamente omissata: sono cancellate le quantità di dosi previste per ogni trimestre, tra l'altro, i prezzi e molte altre informazioni sensibili. C'è una subordinata: «A patto che - si legge ancora - che AstraZeneca fornisca preavviso scritto di tali stabilimenti non Ue alla Commissione, che dovrà includere una spiegazione per la decisione di ricorrervi».

Vaccini, Arcuri: anche Moderna ha annunciato ritardi, -20% dal 9 febbraio

 Se l'azienda «non sarà in grado di rispettare l'intenzione di produrre le dosi iniziali per l'Europa in base a questo accordo nell'Ue, la Commissione o gli Stati membri potranno presentare ad AstraZeneca Cmo (fornitori a contratto, ndr) all'interno dell'Ue in grado di produrre le dosi di vaccino». E AstraZeneca «dovrà fare del suo meglio per accordarsi con tali Cmo per aumentare la capacità produttiva disponibile nell'Ue». La mappa degli stabilimenti è nell'allegato A, pesantemente omissato: vi si menzionano siti in Francia e Belgio, Irlanda, Regno Unito, Italia e Germania. 

Vaccini, Arcuri: «Ci mancano almeno 300mila dosi»

A seguito della rinnovata richiesta della Commissione europea del 27 gennaio, l'azienda farmaceutica AstraZeneca ha accettato così di pubblicare il contratto redatto firmato tra le due parti il ;27 agosto 2020. La Commissione accoglie con favore l'impegno dell'azienda verso una maggiore trasparenza, si legge in una nota. Il contratto pubblicato oggi contiene parti oscurate relative a informazioni riservate come i dettagli delle fatture. Il contratto AstraZeneca è il secondo ad essere pubblicato, dopo che CureVac ha accettato di pubblicare l'accordo di acquisto anticipato con la Commissione europea.

La clausola del massimo sforzo possibile con AstraZeneca «si applicava fino a quando non fosse chiaro se potevano sviluppare un vaccino. Quel tempo è ormai passato. Il vaccino è qui». È la posizione espressa dalla presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, parlando all'emittente Deutschlandfunk, secondo la precisazione arrivata dalla stessa Commissione Ue in merito alla trascrizione dell'intervista comparsa sull'account Twitter dell'emittente questa mattina. 

Ultimo aggiornamento: 14:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA