Vaccino, tra i giovani circa 500 casi di miocardite negli Usa. L'inventore mRNA: «Troppi rischi»

Venerdì 25 Giugno 2021 di Mario Landi
Vaccino, tra i giovani circa 500 casi di miocardite negli Usa. L'inventore mRNA: «Troppi rischi»

L'inventore dei vaccini mRNA non ha dubbi e attacca: «Il governo non è stato trasparente sui rischi» del vaccino Covid-19 dopo che «YouTube ha cancellato un video» in cui si discuteva dei potenziali rischi per i giovani adulti e, in particolare, per gli adolescenti. Il dottor Robert Malone, che ha inventato la tecnologia mRNA che ora viene utilizzata nel vaccino, lo ha sottolineato mercoledì sera a Tucker Carlson di Fox: per lui non ci sono «dati sufficienti sui rischi per questi gruppi di età» e così Malone crede che «i giovani non dovrebbero esseri costretti a vaccinarsi». Proprio in questi ultimi giorni, c'è stata un'accelerazione delle vaccinazioni tra i giovanissimi, a garanzia di una maggiore copertura nazionale. Ma le polemiche non si placano.

Vaccini, il caso della miocardite

«Non credo che i benefici superino i rischi», ha detto Malone, riferendosi a persone nella fascia di età dai 18 ai 22 anni, «ma purtroppo l'analisi rischio-beneficio non viene effettuata. La mia preoccupazione è che ci sono dei rischi ma non abbiamo accesso ai dati», ha spiegato Malone. «E quindi, sono dell'opinione che le persone abbiano il diritto di decidere se accettare o meno i vaccini, soprattutto perché si tratta di vaccini sperimentali». Malone ha condiviso le sue preoccupazioni lo stesso giorno in cui un gruppo consultivo per i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie ha affermato che esiste un «probabile legame» tra rari casi di infiammazione cardiaca negli adolescenti e nei giovani adulti e i vaccini Pfizer/BioNTech e ModernaI vaccini Moderna e Pfizer utilizzano la tecnologia mRNA e il vaccino Johnson & Johnson utilizza la tecnologia più tradizionale basata sui virus.

 

 

Malone racconta sul suo sito web di aver inventato il campo della terapia dell'mRNA messaggero nel 1988. «Le sue scoperte nei sistemi di consegna non virale dell'mRNA sono considerate la chiave per le attuali strategie di vaccino contro il Covid-19», si legge nella sua biografia.

Green pass in discoteca, un’app per fare i controlli: già scaricabile, funziona con il Qr code

Gli avvertimenti dello scienziato arrivano dopo un dossier appena diffuso in America: il gruppo di lavoro tecnico sulla sicurezza del vaccino Covid-19 (VaST) ha discusso di quasi «500 segnalazioni di infiammazione cardiaca», nota come miocardite, nei vaccinati di età inferiore ai 30 anni. Il gruppo di medici ha affermato che il rischio di miocardite o pericardite in seguito alla vaccinazione con iniezioni a base di mRNA negli adolescenti e nei giovani adulti è «notevolmente più elevato dopo la seconda dose e nei maschi».

I vaccini convenzionali vengono prodotti utilizzando forme indebolite del virus, ma gli mRNA utilizzano solo il codice genetico del virus. Un vaccino mRNA viene iniettato nel corpo dove entra nelle cellule e dice loro di creare antigeni. Questi antigeni vengono riconosciuti dal sistema immunitario e lo preparano a combattere il coronavirus. Non è necessario alcun virus reale per creare un vaccino mRNA. Ciò significa che la velocità con cui può essere prodotta è notevolmente accelerata. Di conseguenza, i vaccini mRNA sono stati acclamati come potenzialmente in grado di offrire una soluzione rapida ai nuovi focolai di malattie infettive.

I risultati dello studio sono stati presentati in un documento negli atti della National Academy of Sciences, che è la rivista ufficiale della National Academy of Sciences degli Stati Uniti (sin dal 1914). Ma Malone ha affermato che il governo federale sta raccomandando vaccini per tutti gli over 12 senza che la ricerca lo sostenga.

 

 

«I giovani adulti nel fiore degli anni sono costretti a prendere il vaccino perché Fauci lo ha detto», ha spiegato Carlson durante lo l'evento di mercoledì sera, aggiungendo che Malone «ha il diritto di parlare, data la sua esperienza». Malone è stato ospite di un podcast che includeva Bret Weinstein, un biologo evoluzionista, e Steve Kirsh, un imprenditore seriale americano che ha avviato sette società.

 

l podcast è stato caricato su YouTube che è stato contrassegnato come condivisione di informazioni fuorvianti sul vaccino COVID-19, quindi è stato rimosso. In particolare, YouTube ha segnalato affermazioni su come le «proteine ​​spike utilizzate nel vaccino Covid-19, ovvero come funzionano i vaccini mRNA, sono tossiche»Durante il podcast, Malone ha affermato di aver inviato manoscritti mesi fa alla Food and Drug Administration degli Stati Uniti sostenendo che «la proteina spike utilizzata nel vaccino Covid-19 rappresentava un rischio per la salute».

 

Ultimo aggiornamento: 17:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA