Vaccino Johnson & Johnson efficace al 66 %: «Funziona anche contro varianti»

Venerdì 29 Gennaio 2021
Vaccino Johnson & Johnson efficace al 66 %: «Funziona anche contro varianti»

Il vaccino anti Covid sviluppato da Johnson & Johnson ha dimostrato una efficacia al 66% nel prevenire il contagio. Lo rivelano i dati provvisori emersi dalla fase 3 della sperimentazione su pazienti che hanno il vaccino che a differenza degli altri richiede una sola iniezione. Il tasso di efficacia è inferiore a quello riportato dai vaccini già autorizzati prodotti da BioNTech/Pfizer, Moderna e Oxford/AstraZeneca. Il tasso tuttavia non è direttamente paragonabile perchè la sperimentazione ha escluso i casi molto lievi di malattia. Il vaccino ha dimostrato anche un'efficacia al 57% contro la variante 501.V2, che è stata identificata per prima in Sud Africa. L'efficacia è stata inoltre del 72% su pazienti negli Stati Uniti e del 66% in Sud America. I risultati sono stati definiti da Alex Gorsky, ceo di J&J' «una pietra miliare di importanza critica». L'azienda intende presentare domanda negli Stati Uniti per un utilizzo del vaccino agli inizi di febbraio e sarà pronta a distribuire immediatamente le fiale non appena riceverà l'autorizzazione.Cop

 

Vaccino, miliardari si fingono camerieri per prendere dosi al posto dei fragili: rischiano sei mesi di carcere

Efficace contro varianti

Il vaccino anti-Covid Johnson & Johnson, per il quale oggi sono stati presentati i risultati della sperimentazione di fase 3, è risultato essere efficace contro le varianti sudafricana e brasiliana del virus SarsCov2. Lo conferma l'azienda.

 

Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio, 07:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA