Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

CORONAVIRUS

Coronavirus, farmaco anti-artrite a 6 pazienti a Napoli: uno è tornato a respirare da solo

Mercoledì 11 Marzo 2020
Coronavirus, farmaco anti-artrite a 6 pazienti a Napoli: uno è tornato a respirare da solo

Diventeranno sei i pazienti trattati con il tocilizumab, il farmaco anti-artrite reumatoide risultato efficace nel trattamento della polmonite da coronavirus. Uno dei primi pazienti «sarà estubato - spiega all'Adnkronos Salute Paolo Ascierto dell'Istituto Nazionale Tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli - In 24 ore il paziente ha avuto miglioramenti importanti, domani faremo un controllo ulteriore per massima precauzione, e procederemo. Ieri intanto abbiamo iniziato il trattamento in altre due persone colpite da Covid-19, ed oggi ci apprestiamo a trattarne altre due».  

Coronavirus, funziona il farmaco anti-artrite. L'oncologo Ascierto: «Ora protocollo nazionale»
Coronavirus, speranze da farmaco anti-artrite: a Napoli due pazienti gravi migliorati in 24 ore


E anche i ricercatori cinesi «hanno confermato l'efficacia» del farmaco anti-artrite tocilizumab contro il nuovo coronavirus «con un miglioramento delle condizioni di 20 pazienti con coronavirus su 21 trattati in circa 24-48 ore», sottolinea Ascierto. «In particolare - afferma Ascierto - conosciamo molto bene il meccanismo d'azione di tocilizumab, che rappresenta il trattamento di elezione nella sindrome da rilascio citochimica dopo la terapia con le cellule CAR-T in alcuni tipi di tumori. E dopo il confronto con i ricercatori cinesi, è stata costituita una vera e propria task force a Napoli». La task force è guidata, oltre che da Paolo Ascierto, da Franco Buonaguro (Direttore Biologia Molecolare e Oncogenesi virale del Pascale) e da Vincenzo Montesarchio (direttore Oncologia dell'Azienda Ospedaliera dei Colli). 

 

Ultimo aggiornamento: 12 Marzo, 07:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA