Varianti Covid, Pfizer: «Non è necessaria alcuna nuova formula del vaccino»

Lunedì 10 Maggio 2021
Varianti Covid, Pfizer: «Non è necessaria alcuna nuova formula del vaccino»

Vaccini, buone notizie. «Non ci sono indicazioni» che una nuova formula del vaccino Pfizer/BioNTech sia necessaria contro le varianti. Lo fa sapere la stessa azienda in un comunicato. La società poi precisa che si sta comunque sviluppando «una strategia globale per affrontare queste varianti se necessario in futuro». La nota riguarda i dati dei profitti del primo trimeste, ma l'azienda spiega comunque come le varianti non necessitino di una nuova formula: «Al momento, non vi sono evidenze sulla necessità di adattare l'attuale vaccino BioNTech di fronte alle varianti emerse». Un sospiro di sollievo niente male per chi invece temeva il contrario. 

Pfizer, nel Lazio seconda dose a 35 giorni: quali appuntamenti sono spostati

 

I PROFITTI - La Biontech fa sapere di aver chiuso il primo trimestre con 2,08 miliardi di euro di reddito per effetto della vendita dei vaccini sviluppati con Pfizer. Un incremento clamoroso rispetto ai primi tre mesi del 2020, quando aveva un reddito pari a 27,7 milioni di euro.  «BioNTech ha continuato a distribuire globalmente i nostri vaccini anti Covid-19 a più di 90 Paesi e territori. Attraverso continue innovazioni, ampliamo l'accesso a nuove popolazioni e luoghi, affrontando le varianti emergenti», ha detto il capo dell'azienda, Ugur Sahin.

AstraZeneca e Johnson, Norvegia verso lo stop: «Effetti collaterali rari ma gravi»

Covid, indagine Fondazione Soleterre: il 25% delle persone ha pensato al suicidio, il 60,7% ha vissuto un trauma

Proporzionale la crescita dell'utile netto, salito a 1,12 miliardi a fronte di una perdita netta di 53,4 milioni nel 2020.

 

 

Ultimo aggiornamento: 17:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA