CORONAVIRUS

Covid, una nuova ricerca degli scienziati americani: «Il normale raffreddore può proteggere dal virus»

Lunedì 5 Ottobre 2020 di Michele Galvani
Covid, nuova ricerca degli scienziati americani: «Il normale raffreddore può proteggere dal virus»

Il normale raffreddore potrebbe «offrire protezione per il Covid-19». Un recente studio presso la Yale University (nel Connecticut) ha scoperto che il rinovirus - la causa più frequente del classico raffreddore - potrebbe far ripartire le difese antivirali del corpo, fornendo protezione contro l'influenza. Il gruppo di ricercatori, dopo diversi giorni di indagini, ha scoperto che la presenza di rinovirus ha innescato la produzione dell'agente antivirale interferone, che fa parte della risposta precoce del sistema immunitario all'invasione di agenti patogeni.

Coronavirus, boom di asintomatici. Tesei: «No grandi eventi»

Vaccino Covid, Burioni: «Dati preliminari promettenti, ormai siamo in finale: possiamo vincere»

I romani si scoprono disciplinati, mascherine e movida rallentata

La dottoressa Ellen Foxman, della Yale School of Medicine, ha fatto sapere: «Il comune virus del raffreddore innesca le normali difese antivirali di queste cellule che formano il rivestimento delle vie aeree. Questo include influenza, raffreddore comune, Covid - praticamente tutti i virus che si ottengono respirandoli, che crescono tutti in questo tessuto che forma il rivestimento delle vie aeree». La Foxman ha aggiunto: «La risposta all'interferone, che è questo meccanismo di difesa generale contro tutti i virus, sappiamo funziona contro il coronavirus. Se fai l'esperimento in un laboratorio, puoi applicare questa sostanza chimica - l'interferone - alle cellule, quindi puoi bloccare anche il virus che causa il Covid-19»A volte «vedi accadere cose inaspettate, quindi devi solo fare l'esperimento e vedere qual è il risultato e che al momento è solo un work in progress», ha detto la ricercatrice.

«Una cosa imprevedibile è il recettore d'ingresso che Covid-19 usa per entrare nel tuo corpo - ha concluso Foxman - quindi dobbiamo solo verificare quanto sia importante per avere le difese antivirali pronte».
 

 
 

Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre, 12:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA