Tumori, nuovo farmaco blocca le cellule cancerogene del colon e previene le metastasi: risultati incoraggianti sui topi

La ricerca di un consorzio internazionale dell'Istituto di ricerca in biomedicina di Barcellona

Lunedì 25 Aprile 2022
Tumori, nuovo farmaco blocca nei topi le cellule cancerogene nel colon e previene le metastasi

Passo in avanti nella cura dei tumori al colon con farmaco basato su anticorpi: per ora i risultati positivi si sono registrati nella sperimentazione con i topi, ma i ricercatori hanno ottime speranze che nei prossimo anni si possano confermare anche nell'uomo il rallentamento della diffusione delle cellule tumorali e la prevenzione delle metastasi tumori e previene le metastasi.

Farmaco per il tumore al colon

Come riportano i media spagnoli rilanciando l'articolo della rivista scientifica Nature Cancer, un consorzio internazionale dell'Istituto di ricerca in biomedicina di Barcellona guidato da Eduard Batlle ha individuato l'anticorpo MCLA-158, considerato il primo farmaco candidato che agisce sulle cellule staminali tumorali. Lo scienziato,  in collaborazione con l'azienda biotech olandese Meruscon, ha battezzato il farmaco "Petosemtamab", ovvero l'anticorpo MCLA-158 che blocca la diffusione del cancro ad altri organi e rallenta la crescita dei tumori nei topi  sui quali erano state impiantate cellule tumorali di malati di cancro al colon.

Secondo i ricercatori questa sperimentazione permette inoltre di utilizzare i cosiddetti "organoidi" nei futuri studi per la messa a punto di farmaci antitumorali. Gli "organoidi"  sono campioni prelevati dai malati che possono essere coltivati ​​​​e che imitano il comportamento del tumore in laboratorio. Per arrivare alla scoperta dell'MCLA-158, in Spagna hanno usato per la prima volta una biobanca di organoidi di pazienti oncologici.

Le prime notizie su questo nuovo farmaco risalgono all'ottobre dell'anno scorso e riportavano elementi sulla sicurezza, la tollerabilità e l'attività antitumorale della monoterapia con MCLA-158 nei carcinomi a cellule squamose della testa e del collo.

 

 

Ultimo aggiornamento: 27 Aprile, 08:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA