Covid, l’allarme di Rezza: «A Natale doppio picco con l'influenza, dati sottostimati. Rischio ospedali ingolfati»

Mercoledì 29 Novembre 2023, 20:21 - Ultimo aggiornamento: 20:28 | 1 Minuto di Lettura

Il flop della campagna vaccinale

Perché finora la campagna vaccinale è stata un flop? «Per tre ordini di motivi. Il primo è la stanchezza vaccinale, subentrata per via del fatto che non essendo il Covid un virus stagionale come l'influenza ha costretto a fare più somministrazioni in corso d'anno - risponde Rezza - Poi ci sono stati problemi non risolti di logistica che hanno fatto arrivare in ritardo le fiale in diverse regioni, che a loro volta non hanno stipulato o lo hanno fatto in ritardo gli accordi per le vaccinazioni in farmacia. Ed è chiaro che, se uno è già indeciso e poi trova anche degli ostacoli, finisca per tirarsi indietro. Terzo, ogni fiala contiene sei dosi e questo richiede ai medici di famiglia di organizzare gruppi di pazienti per non sprecare i vaccini. Si sarebbe dovuto passare alla chiamata attiva dei più fragili ma non è andata così».

© RIPRODUZIONE RISERVATA