Sclerosi multipla e Covid, ecco i farmaci che riducono gli anticorpi: con Moderna livelli tripli rispetto a Pfizer

Mercoledì 22 Settembre 2021, 15:21 - Ultimo aggiornamento: 2 Novembre, 16:28

Pfizer, Moderna e gli effetti dei farmaci sui pazienti con Sm

Dopo un mese dalla seconda dose, la maggior parte dei pazienti vaccinati con Moderna o con Pfizer ha una copertura anticorpale elevata contro Covid-19. La percentuale si riduce però appunto in chi è trattato con fingolimod (93%), rituximab (64%) e ocrelizumab (44%). In tutti i pazienti, senza distinzione di età, sesso e tipo di terapia, è stato osservato che Moderna determina livelli anticorpali 3.2 volte più alti rispetto a Pfizer. Questo è il primo grande studio che analizza la vaccinazione anti-Covid nell'ambito della Sm e i suoi risultati gettano le basi per la gestione dei pazienti neurologici fragili in trattamento con farmaci che inibiscono il sistema immunitario. Ad eccezione di risultati preliminari arrivati da Israele, primo paese al mondo ad aver avviato la campagna vaccinale,finora non era noto l'effetto dei vaccini sui pazienti con Sm.

© RIPRODUZIONE RISERVATA