Cesare Cremonini: «I no-vax non vanno isolati, ma aiutati. Sono solo degli ansiosi»

Martedì 10 Agosto 2021
Cesare Cremonini: «I no-vax vanno aiutati, non isolati: sono solo degli ansiosi»

In un clima di accese polemiche sul tema vaccini e Green pass, ci pensa il cantante Cesare Cremonini a stemperare la tensione e cercare un compromesso. Con un messaggio apparso sul suo profilo Twitter, l'artista ha detto che secondo lui i no-vax andrebbero «aiutati e non isolati», poiché sono solo delle persone «fortemente ansiose». Cesare Cremonini ha twittato: «Anche io (come tanti) ho amici che non si sono vaccinati. Quando ne parliamo si aggrappano a tutto ma la verità è che alcuni di loro sono dei forti ansiosi, da sempre. Chi ha questa difficoltà va aiutato, non isolato. L’informazione e una comunicazione aggressiva non giovano».

Cesare Cremonini debutta al Cinema: sarà il regista e autore del film su Lucio Dalla

Il tweet ha scatenato una valanga di commenti di utenti divisi fra chi appoggia la posizione dell'ex leader dei Lunapop e chi invece non ne condvide le parole. Cesare ha una risposta anche per questi ultimi: «Non è sempre una guerra fra scemi e intelligenti. Gli scemi li abbiamo compresi. Ma le sfumature contano. Le fragilità sono diffuse e in un paese in cui i disagi psichici sono tabù chi ha le idee chiare ha una responsabilità in più. Aiutiamoci». Non è la prima volta che Cremonini affronta il tema della salute mentale, di cui conosce bene l'importanza: in una recente intervista ha rivelato di aver sofferto di schizofrenia e di aver domato la malattia grazie all'aiuto dello psichiatra.

Ultimo aggiornamento: 12:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA