CORONAVIRUS

Giornata mondiale della risata: domenica mega sessione gratuita via Zoom

Venerdì 1 Maggio 2020
Giornata mondiale della risata: domenica mega sessione gratuita via Zoom
Lanciare un segnale di unione, resilienza e positività, oltre le paure per il Covid 19. Questo l’obiettivo con cui domenica 3 maggio tutta l’Italia riderà insieme in maniera virtuale, per festeggiare la  Giornata mondiale della Risata per la Pace nel mondo, istituita nel 1998 dal medico indiano Madan Kataria, fondatore del movimento dello Yoga della Risata, praticato da oltre 3 milioni di persone in oltre 100 Paesi, per celebrarne il messaggio universale di Salute, Felicità e Pace. Alle ore 11.00 La Master Trainer Lara Lucaccioni, alla presenza dello stesso Madan Kataria, promuoverà una mega sessione gratuita via Zoom (per il link d’accesso è necessario iscriversi qui https://bit.ly/3bHorMd), che può accogliere fino a 500 persone, aperta ai Trainer, ai già praticanti e a tutta la collettività. In contemporanea, tutto il movimento italiano dello Yoga della Risata si riunirà in altre sessioni gratuite via Zoom, Skype e Facebook, per creare un unico cuore ridente.


“In questo giorno di buon auspicio – ha scritto Madan Kataria nel messaggio inviato alla stampa per la ricorrenza – restiamo tutti in piedi per un minuto e ridiamo di cuore con le braccia puntate verso il cielo e inviamo vibrazioni positive di amore e pace nel mondo”. Sarà inoltre possibile ridere con lui in collegamento internazionale alle ore 14.30 e anche tutto il resto del mondo riderà online, secondo sessioni organizzate nelle 24 ore in base ai fusi orari.
 

Imparare a ridere anche quando la vita non ci sorride, secondo lo slogan “Non ridiamo perché siamo felici. Siamo felici perché ridiamo”. Ecco la sfida più grande a cui chiama lo Yoga della Risata, pratica rivoluzionaria in cui si porta il proprio corpo a ridere per scelta in maniera prolungata, sostenuti dalla respirazione senza l’ausilio di comicità, sfida che si rivela fondamentale in questo periodo storico. Tanto più che attraverso la pratica si migliora l’umore e si abbassa l’ansia, si combatte lo stress, si aumenta la resilienza, si potenziano l’ossigenazione e le difese immunitarie per prevenire il virus. Lo Yoga della Risata è così divenuto un alleato prezioso di migliaia di persone in tutto il mondo, le quali si ritrovano per ridere insieme in maniera virtuale, creando un’incredibile rete di supporto e condivisione (il link per gli appuntamenti a livello mondiale https://laughteryoga.org/zoom-laughter-club) 
 
In particolare, oltre 150 gli appuntamenti donati nel corso della settimana da più di 50 Trainer italiani, i quali hanno compreso che anche le sessioni online sono un valido ed efficace strumento per ridere insieme: alcune sono aperte solo a chi già praticava e altre a tutti, finendo per sostituirsi ai Club della Risata fisici, il cuore del movimento, luoghi generalmente gratuiti che diventano punti di riferimento per la comunità. L’appuntamento per ridere ogni giorno con Lara Lucaccioni e il compagno Matteo Ficara è alle ore 14.00 sul gruppo Facebook di La Specie Felice, durante dirette che prevedono anche momenti di riflessione legati a temi per coltivare la positività.
 
Prima della quarantena lo Yoga della Risata si era esteso in Italia a tutte le situazioni in cui c’è un gruppo, condizione della sua massima espressione, con un enorme valore terapeutico dimostrato da oltre 500 ricerche scientifiche e dalle incredibili storie di cambiamento di chi pratica. Tra i contesti coinvolti ricordiamo: aziende, scuole, sessioni genitori-figli, sport, ambienti socio-sanitari con le persone disabili, gli anziani e i malati di Alzheimer, i pazienti oncologici, gli utenti psichiatrici, i tossicodipendenti e i carcerati. Solo per alcuni si può continuare a praticare online, con grandi benefici, in particolare le aziende e le scuole.
 
Lo Yoga della Risata è nato proprio 25 anni fa, il 13 marzo 1995, in un parco pubblico di Mumbai, combinando tecniche di respirazione profonda proprie dello yoga a esercizi di risate. È stato infatti scientificamente provato che il corpo non distingue una risata vera da una autoindotta, per cui dopo 10-15 minuti si producono gli stessi innumerevoli benefici, inoltre, per l’effetto contagio dei neuroni specchio dovuti al contatto visivo e della giocosità sperimentata durante la sessione, la risata finisce per divenire liberatoria e spontanea.


"Oggi più che mai lo Yoga della Risata sta dimostrando quanto ridere in maniera incondizionata sia serio e importante – ha dichiarato Lara Lucaccioni – La risata è un linguaggio universale, il mio invito è a viverla di più come pratica, soprattutto in questo periodo, insieme o anche da soli, scegliendo consapevolmente di nutrire la propria parte di luce e positività, coltivando la resilienza. Grazie in particolare a tutti i Trainer italiani che, organizzando quotidianamente sessioni online, si stanno impegnando al massimo per offrire il loro servizio alla collettività. Partecipare domenica alla Giornata mondiale della Risata, alla presenza del mio Maestro Madan Kataria,  sarà l’occasione giusta per scoprire la bellezza di questa disciplina, che non mi stancherò mai di ripetere è tanto semplice quanto rivoluzionaria”. © RIPRODUZIONE RISERVATA