Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Batteri geneticamente modificati aiutano a far guarire le ferite più in fretta

Venerdì 18 Marzo 2022
Batteri geneticamente modificati aiutano a far guarire le ferite più in fretta

Applicazioni locali a base di batteri geneticamente modificati che producono proteine ripara-ferite hanno dimostrato di guarire ulcere diabetiche negli animali e sono attualmente in fase di sperimentazione clinica in Germania e Polonia. Lo ha annunciato l'azienda che ha sviluppato l'innovativo trattamento, la finlandese Aurealis Therapeutics, e i riusultati sono pubblicati sulla rivista Plos One.

Vaccino, Moderna ha chiesto alla Fda di autorizzare la quarta dose per tutti gli adulti

Il batterio utilizzato per le applicazioni locali è impiegato normalmente nella produzione dei latticini, il Lactococcus lactis, ed è quindi considerato sicuro per gli esseri umani. Gli esperti lo hanno modificato geneticamente introducendo nel suo Dna tre geni che controllano la produzione di proteine umane note per aiutare a riparazione delle ferite: una interleuchina e due fattori di crescita.

Alimentazione, il melograno è il superfood che combatte l'affaticamento

Applicati direttamente su ferite larghe un centimetro (in modelli animali di ulcera diabetica) tutti i giorni per una settimana, i batteri hanno permesso di richiudere quasi totalmente le ferite; gli animali trattati con una sostanza inerte non sono guariti nello stesso arco di tempo. Gli esperti stanno attualmente conducendo dei trial clinici su pazienti diabetici per verificare l'efficacia e la sicurezza della terapia. 

Ultimo aggiornamento: 14:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA