Dieta dei Colori, -3 chili in 7 giorni: il vivace menù arcobaleno che previene (anche) il tumore

Il regime alimentare che privilegia i colori di vitamine, sali minerali e antiossidanti presenti in frutta e verdura. L'alimentazione da 1200-1500 kcal al giorno che depura l'organismo

Giovedì 7 Ottobre 2021
Dieta dei Colori, -3 chili in 7 giorni: ecco il vivace menù arcobaleno del benessere

Che il colore influsca sul nostro umore ormai è una cosa risaputa. Quello che forse ancora non tutti sanno è che la cromoterapia fa bene anche al nostro organismo da un punto di vista alimentare. I colori difatti, nella medicina alternativa, sono usati come supporto ad altre terapie invasive. In questa “medicina” (che non si avvale di nessuna prova scientifica) le nuance sono indispensabili per ritrovare l'armonia e l'equilibrio del corpo e dello spirito. E la cromoterapia è la base anche per seguire un ottimo regime alimentare che promette di essere completamente diverso da tutti gli altri. Se la necessità è quindi di perdere quei 3 chili di troppo ma cercando di farlo con il sorriso questa è l'alimentazione che fa per voi: la Dieta dei Colori. Il punto di forza di questa dieta sono quindi proprio i colori e i benefici che questi hanno sul nostro organismo. Mangiare, quindi, a seconda dei colori, soprattutto frutta e verdura, focalizzandosi su proprietà e benefici che da questi ne derivano può far veramente bene alla salute.  A ogni colore corrispondono dei determinati nutrienti (p.e. vitamine e sali minerali) con proprietà benefiche per il nostro organismoLa dieta dei colori si basa sull’incredibile varietà di alimenti colorati che la natura ci mette a disposizione. Possiamo mangiarli non solo per il loro aspetto invitante, ma anche per le notevoli proprietà nutritive. In base ai colori della buccia o della polpa infatti questi ingredienti riescono a fornire vitamine preziose per la nostra salute. Per questo viene chiamata Dieta dei Colori, utile per prevenire tumori e altre patologie, come quelle a carico dell’apparato cardiovascolare.

Dieta di ottobre, come perdere 4 kg (ed evitare l'influenza): il menù del regime sano

Dieta dei colori: come funziona?

 

Quando si parla di Dieta dei Colori, si fa riferimento a un regime alimentare in cui è previsto un consumo di alimenti (per lo più frutta e verdura) raggruppati tra loro in base, appunto, al colore. Esistono diverse varianti di questa dieta che, però, seguono lo stesso principio, ovvero consumare gruppi di cibo della stessa nuance. Secondo le raccomandazioni di medici e nutrizionisti si devono consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura quotidianamente. È preferibile quindi che si includano i cinque colori del benessere. Nella prima versione gli alimenti divisi per colore vengono consumati settimanalmente: questo significa che a ogni giorno è dedicato un solo colore (e di cui il settimo li comprende tutti, sarà il color arcobaleno). Nella seconda, invece, su base giornaliera, all’interno dello stesso giorno devono essere consumati tutti i gruppi di colori che, come suggerito anche dell’OMS, sono cinque, tanti quanti le porzioni di frutta e verdura che andrebbero assunti ogni giorno per stare bene e in salute.

Dieta Express, -5 chili in 7 giorni: il menù senza (troppe) restrizioni per tornare in forma

I colori e i loro benefici sull'organismo

Ma quali sono questi gruppi di alimenti da mettere sulla tavolozza nella dieta dei colori? 

Dieta Super Veloce, - 4 chili in 3 giorni: il segreto e il menù (anche per chi pranza in ufficio)

Colore rosso contro tumori

Gli alimenti di colore rosso sono veramente facili da consumare (quindi anche da reperire) in quanto molti sono già parte integrante della dieta mediterranea. E allora strana spianata a pomodori, fragole, ciliegie, mele rosse, peperoni rossi, radicchio, anguria, ravanelli, arance rosse, barbabietole, rape rosse. Questi alimenti sono di colore rosso per la presenza al loro interno di antocianine e licopeni, pigmenti che favoriscono il drenaggio dei liquidi e potenziano l’apparato vascolare. Questi alimenti contengono vitamina A e vitamina C e svolgono un potente effetto antiossidante. Prevengono i tumori alla prostata e alla pelle, combattono l’invecchiamento e proteggono la salute degli occhi.

Colore giallo-arancione per il sistema immunitario

Il giallo-arancione evidenzia la presenza di betacarotene, noto per il suo potere antiossidante. Rinforza il sistema immunitario e previene il rischio di cancro e malattie cardiovascolari. Inoltre è ricco delle importanti vitamine dei gruppi A, B, C. Nella lista ricordiamo di consumare zucca, carote, arance e mandarini, albicocche, nespole e cachi.

Colore verde drenante e depurativo

Nel giorno di Dieta Verde si punta a depurare il sangue, favorendo il drenaggio linfatico e rinforzando il sistema cardiocircolatorio. Ci si deve basare sul consumo di asparagi, broccoli, zucchine, insalate a foglia verde, peperoni verdi, verza, spinaci, carciofi, cicoria, indivia e legumi come fave e piselli. Tra le erbe aromatiche buoni anche il prezzemolo e il basilico, mentre tra la frutta non possono mancare kiwi, mele verdi, uva verde. 

Colore bianco contro il colesterolo

Color color bianco: ora tocca a cipolla, aglio, porri, finocchi, sedano, cavolfiori, funghi, castagne, frutta secca, mele e pere e con questi è possibile combattere a tavola in modo efficace il colesterolo cattivo e l’ipertensione arteriosa. Questi alimenti contengono antoxantine, potenti antiossidanti che stimolano anche le nostre difese immunitarie.

Colore blu-viola per la circolazione

La colorazione inconfondibile blu-viola caratteristica di melanzane, mirtilli, prugne e susine, more, ribes, uva nera, fichi, ci aiuta ad assumere importanti sostanze dalle proprietà antiossidanti. Nello specifico, consentono di fare il pieno di potassio, antocianine e resveratrolo, per combattere le malattie cardiovascolari e il fastidioso problema della cellulite.

Dieta di settembre, come perdere 10 chili: menù (e trucchi) per ripartire al meglio

La dieta dei colori suggerisce quindi di mangiare ogni giorno un colore diverso. Puntando su frutta e verdure si potrà beneficiare di tutti i principi nutritivi di questi alimenti, con un menù da 1200-1500 calorie.

Dieta dei 22 giorni, come perdere 11 kg in 3 settimane: il programma del regime alimentare (usato anche da JLo)

Dieta dei Colori: il menù

Elencati i benefici dei nutrienti di questi alimenti per il nostro organismo entriamo nel vivo della Dieta dei Colori e vediamo il menù come rende possibile perdere 3 chili in una settimana mantenendo il buon umore.

Pere, mele e spinaci tra i cibi più contaminati da pesticidi: come rimuoverli in casa

A seconda della tipologia di dieta dei colori che si segue, quindi, il menu potrà variare: nella versione giornaliera basterà assumere cinque porzioni di colori diversi di alimenti vegetali, divisi tra colazione, pranzo, cena e due spuntini, tra cui una merenda. Invece per la versione dei sette giorni, è fondamentale considerare che esistono anche altri alimenti da inserire nel menu (ma che non devono intaccare la cromia della giornata).

Dieta e sport, ciao vacanze

Lunedì – Menù Bianco

Colazione: yogurt magro bianco o latte parzialmente scremato con due cucchiai di fiocchi d’avena.

Spuntino: una pera

Pranzo: riso bianco con olio e parmigiano. Cavolfiori bolliti, un uovo sodo pane integrale o di segale. Merenda: finocchio e frutta secca.

Cena: pollo alla griglia, cavolfiore bollito e cipolle bianche cucinate al vapore, con un cucchiaino d’olio e aceto, pane integrale.

Martedì – Menù Viola

Colazione: un vasetto di yogurt magro con grammi di mirtilli, the o caffè senza zucchero.

Spuntino: prugne.

Pranzo: pasta con melanzane cotte alla griglia, insalata mista verde e rossa.

Cena: zuppa di fagioli viola con melanzane e cipolle di Tropea, pane.

Mercoledì – Menù Verde

Colazione: tè verde con fette biscottate e marmellata di kiwi.

Spuntino: centrifugato di sedano e cetrioli.

Pranzo: pasta al pesto, insalata mista con rucola, cetrioli e cavolo.

Merenda: uva bianca.

Cena: pesce spada ferri con erbe aromatiche, piselli, bietole al vapore, pane.

Giovedì – Menù Giallo

Colazione: spremuta di pompelmo, biscotti secchi e caffè senza zucchero.

Spuntino: ananas.

Pranzo: risotto o farro con peperoni gialli al forno, insalata mista di stagione.

Merenda: prugne gialle con yogurt.

Cena: pesce ai ferri con scorza e succo di limone e patate.

Venerdì – Menù Arancione

Colazione: una spremuta di arancia con fette biscottate e marmellata di albicocche o cachi senza zucchero.

Spuntino: una pesca.

Pranzo: prosciutto crudo, melone e carote grattugiate.

Merenda: albicocche.

Cena: vellutata di zucca e carote, pane.

Sabato – Menù Rosso

Colazione: tè rosso rooibos, macedonia di fragole.

Spuntino: una mela rossa

Pranzo: pasta al pomodoro e basilico, insalata di radicchio.

Merenda: anguria fresca.

Cena: roast beef con pomodori in insalata e pane.

Domenica – Menù Arcobaleno

Colazione: un vasetto di yogurt magro con grammi di mirtilli, the o caffè senza zucchero.

Spuntino: melone e/o ananas

Pranzo: pasta con cavolfiore saltato in padella, insalata di finocchi.

Merenda: fichi rossi o uva nera.

Cena: minestra di verdure verdi (erbette, zucchine, piselli, ecc.) con crostini di pane.

Ultimo aggiornamento: 16:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA