Fitball, la palla dai mille benefici psicofisici: tutti gli esercizi consigliati

Martedì 11 Gennaio 2022 di Maria Serena Patriarca
Fitball, la palla dai mille benefici psicofisici: tutti gli esercizi consigliati

Una sola palla, molteplici benefici: per chi ama l’home fitness, o anche per chi è costretto a stare a casa, per esempio in isolamento o in quarantena, la fitball può essere lo strumento utile e divertente per tenersi in forma. Si può acquistare anche sul web, ed è non solo economica, ma anche facile da usare per semplici sequenze di esercizi di stretching o tonificazione. E’ chiamata anche Swiss Ball, poiché la sua invenzione è attribuibile ad un fisioterapista elvetico, che la usò per la riabilitazione ortopedica dei pazienti. A diffondere però nel mondo ufficialmente questo strumento, come uno degli attrezzi da fitness più utilizzati e adatti a tutti, fu un italiano, il produttore di materie plastiche Aquilino Cosani, che fra gli anni Sessanta e Settanta perfezionò la gym ball grazie ad un elaborato sistema di stampaggio a sfere resistenti alla perforazione. Considerati gli ottimi risultati ottenuti, sul piano non solo fisico ma anche del benessere psichico ed emotivo, la fitball divenne in breve un “must” in vari campi del wellness: dalla fisioterapia allo yoga, dall’atletica al Pilates. Tanto che oggi si parla addirittura di “Sferaterapia” poiché la distensione muscolare che si ottiene grazie alla palla giova anche al nostro stato d’animo, liberando la mente dai pensieri ossessivi e lasciando fluire via le emozioni negative, come ansia, paura, nervosismo. La popolarità di questo strumento è dovuta essenzialmente alla sua grande versatilità (si presta ad una molteplicità di usi ed esercizi, come si può vedere anche online in numerose videolezioni su YouTube) e all’economicità (a partire dai 10 euro).

Il metodo Mizoguchi: ecco il mini workout per tenersi in forma in soli 3 minuti

Come funziona

La peculiarità della fitball è che, “ostacolando” il senso di stabilità, crea una continua sfida che manterrà attiva la motivazione di chi pratica: tutto questo stimolando in maniera differente i muscoli che siamo soliti allenare. Per intervallare le ore passate al computer, per esempio in dad o in smart working, potete concedervi un break di cinque minuti ogni due ore, semplicemente sedendo sulla vostra gym ball e respirando in modo lungo, lento e profondo, per scaricare ogni peso dalla cervicale, dalla schiena e dal bacino.

Tre i modi in cui poter utilizzare la palla da fitness: seduti, sdraiati a pancia in giù o sdraiati a pancia in su. Per eseguire in maniera corretta le sequenze di allenamento è meglio avere un tappetino da ginnastica. Naturalmente, prima dell’uso, assicuratevi di aver gonfiato correttamente la palla, ovvero di non affondarci sopra. Con un utilizzo regolare della fitball la prima cosa che trarrà giovamento è la postura, spesso viziata da troppe ore trascorse alla scrivania e da uno stile di vita sedentario. Si possono eseguire esercizi di stretching, potenziamento, rilassamento, aerobica, allungamento, isometria, rafforzamento, rotolamento, senza mai avvertire la sensazione di stancarsi troppo.

Gli esercizi

Un semplice esercizio di base è quello di appoggiare la pancia sulla fitball e contrarre i muscoli addominali, sollevando lentamente la schiena. Le braccia vanno mantenute dietro la nuca, con le dita delle mani intrecciate.

Oppure potete appoggiarvi alla fitball sdraiandovi sulla schiena, con le gambe piegate e le mani dietro la testa. Intrecciate le dita e posizionate i gomiti larghi. A questo punto sollevate testa e spalle, senza però muovere la schiena. Espirate mentre eseguite il movimento e inspirate quanto tornate alla posizione di partenza.

Se volete lavorare sugli addominali provate gli addominali con tronco inclinato, simili al “crunch”: la fitball in questo caso va posizionata sotto la parte centrale della schiena, e le mani sono dietro la testa (spingete la parte inferiore della schiena contro la palla per mantenere l’equilibrio).  Sollevate la testa, spalle e la parte alta della schiena. Espirate durante il movimento e inspirate quando tornate in posizione.

Video

Per gli addominali obliqui con tronco inclinato la posizione è la stessa dell’esercizio precedente, ma le mani sono incrociate sul petto. Distanziate i piedi in modo da formare un angolo di 45 gradi. Sollevate testa e spalle verso sinistra, poi tornate in posizione e ripetete il movimento verso destra.

Gli addominali con l’ausilio della palla si possono fare anche in piedi: a gambe divaricate e leggermente piegate, mettete la vostra fitball tra le mani e portatela ad altezza del petto. Con una spinta decisa a destra e sinistra sollevate la palla, bloccando il bacino.

Se invece volete allenare i glutei è possibile eseguire i classici squat, posizionando la palla tra la schiena e il muro e mantenendo la posizione eretta con le gambe leggermente divaricate. A questo punto ci si abbassa sulle ginocchia, fino a raggiungere il punto in cui le cosce sono parallele al pavimento; poi si risale piano piano.

 

 

Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio, 15:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA