CORONAVIRUS

Smart working, la dieta per non ingrassare. A pranzo promossi cibi light come la bresaola

Mercoledì 3 Giugno 2020
Smart working, la dieta per non ingrassare. A pranzo promossi cibi light come la bresaola

Alimentazione, dieta e benessere fisico ai tempi dello smart working. Elementi da non sottovalutare soprattutto perché il lavoro "da casa" è amato da un lavoratore su 2. Gli esperti avvertono: «Attenzione all'alimentazione a casa». Per questo hanno elaborato un vademecum prezioso con consigli pratici. Soprattutto per la pausa pranzo. In pole position la bresaola: «E' "energica" grazie alla Vitamina B».

Le lunghe ore di “lavoro di concetto” che richiedono attenzione, spesso in totale solitudine, potrebbero infatti portare a improvvisi momenti di “crollo” e mettere a dura prova l’umore, la concentrazione e la buona volontà. Michelangelo Giampietro, specialista in Medicina dello Sport e Scienza dell'Alimentazione avverte: «I pasti devono essere leggeri ed equilibrati, rispettando sempre gli stessi orari, con il giusto apporto calorico e nutrizionale, “agile” nel senso di semplice, vario e di facile digeribilità». 

Coronavirus, la schiena si è bloccata con il lockdown. I dolori della quarantena e come curarli

L'allarme degli oculisti: «Fastidi agli occhi da lezioni a distanza e smart working»

Il vademecum. Lavorando da casa si mangia meglio, di più o di meno? Il lavoro agile può essere un’opportunità per dedicare maggiore attenzione e tempo alla preparazione di cibi più salutari e più gustosi, nel rispetto delle nostre tradizioni mediterranee. Punto primoi pasti devono essere leggeri ed equilibrati, rispettando sempre gli stessi orari, con il giusto apporto calorico. Punto secondo, dedichiamo al pasto il giusto tempo, sia nella preparazione che nel consumo, lontani da computer e connessione, e apparecchiando sempre la tavola. Punto tre, per evitare l'aumento di peso, il consiglio è di portare in tavola solo quello che hai deciso di mangiare, servendoti una porzione “giusta” di ogni portata, “ascoltando” il tuo stomaco e il suo livello di sazietà. Punto quattro, un occhio di riguardo anche al movimento fisico, a maggior ragione se sei costretto tutto il giorno a casa, seduto e senza neanche più compiere il movimento per recarti a lavoro: «Sforzati di mantenere una regolare attività motoria - spiega Giampietro - ad es. cyclette, tapis roulant ma anche fare le scale a piedi e ginnastica a corpo libero o con piccoli attrezzi “domestici” (bottiglie riempite con acqua o terra/sabbia, corda per saltare, elastici) 1 o 2 volte al giorno quanti più giorni a settimana». Punto cinque, cerca se possibile di esporre ogni giorno braccia e gambe al sole per 15-30 minuti per avorire la produzione di vitamina D.

Un posto d'onore per la Bresaola, salume light, pratica, versatile e ricca di proteine, vitamine e sali minerali, preziosa per aiutarci ad affrontare le attività della giornata” grazie al suo apporto di Vitamine del gruppo B. 
 

Ultimo aggiornamento: 13:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA