Tumori seno, crescono diagnosi negli under 40. Visite gratis con Lilt: torna la campagna Nastro Rosa per la Prevenzione

Sabato 25 Settembre 2021
Tumori seno, crescono diagnosi negli under 40. Visite gratis con Lilt: torna la campagna Nastro Rosa per la Prevenzione

Aumentano le diagnosi di tumore al seno nei soggetti under 40. Ottobre mese rosa. La Lega italiana per la lotta contro i tumori lancia anche nel 2021 "Lilt for Women", la tradizionale Campagna Nastro Rosa per la prevenzione del cancro al seno. Per tutto ottobre, telefonando al numero verde 800998877 (dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 15), sarà possibile prenotare una visita senologica gratuita negli ambulatori Lilt aderenti presenti su tutto il territorio nazionale, nonché ricevere informazioni, consigli e opuscoli dedicati. Il tumore al seno - ricorda l'associazione - resta per le donne il cancro più diffuso e temibile. Sono circa 850.000 le donne in Italia che hanno vissuto la malattia e, sebbene la percentuale di guarigione si assesti oltre l'80% dei casi, l'incidenza non accenna a diminuire. Al contrario ci si ammala sempre di più, con un importante incremento nei soggetti giovani sotto i 40 anni.

 

Tumore seno, scoperta causa resistenza a farmaci: passo verso nuove cure

«Sul tumore al seno non possiamo permetterci di abbassare la guardia - avverte il presidente Lilt, Francesco Schittulli - Solo nel 2021 si stimano oltre 55.000 nuove diagnosi, un numero impressionante che l'emergenza Covid non ha fatto che aggravare: troppi gli screening saltati, le terapie, gli interventi e i controlli rimandati. Per questo, come Lilt, oggi più che mai siamo attivi sul territorio attraverso le nostre associazioni provinciali per supportare concretamente le donne, garantendo informazione, servizi ambulatoriali, assistenza tanto a chi sta lottando contro la malattia, quanto a chi mette in pratica i principi della prevenzione e della diagnosi precoce: la prima arma per difendere la nostra salute».

Tumore al seno, test genomici gratis solo per una parte di pazienti. Oncologi: «Tutte le Regioni recepiscano decreto»

«Certamente il tumore al seno fa paura - afferma l'attrice Matilde Gioli, volto della campagna Nastro Rosa di quest'anno - ma gli strumenti per difenderci ci sono: si tratta in realtà di piccoli gesti e semplici, buone abitudini, ma che possono davvero fare la differenza. Il primo passo è avere uno stile di vita sano e conoscere bene se stesse, per cogliere in tempo eventuali cambiamenti nel proprio corpo: l'autopalpazione va praticata ogni mese e dovrebbe diventare una consuetudine sin da adolescenti. Poi, a partire dai 25-30 anni, ogni anno, non dobbiamo dimenticare di mettere in agenda uno screening completo dal senologo». 

Ultimo aggiornamento: 26 Settembre, 10:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA