Alimenti, nasce la rete mondiale dei mercati contadini: World Farmers Market Coalition

Domenica 25 Luglio 2021
Alimenti, nasce la rete mondiale dei mercati contadini: World Farmers Market Coalition

Al via la prima Coalizione Mondiale dei Farmers Market per rispondere alla richiesta di cibi sani e locali da parte dei consumatori e alla necessità di garantire gli approvvigionamenti alimentari in tutto il mondo dove la povertà alimentare cresce del 15% a causa dell'emergenza sanitaria. Lo rende noto la Coldiretti in occasione del mercato «glocal» promosso da Campagna Amica per l'avvio inaugurale del pre-summit dell'Onu, con la presenza della vice segretaria Amina J. Mohammed, che stima in 2,37 miliardi le persone che non hanno avuto accesso a un' alimentazione sana nel 2020, in aumento di quasi 320 milioni in un anno. Si tratta, sottolinea la Coldiretti, di circa una persona su tre al mondo dove quasi l'80% di quanto viene consumato è il frutto del lavoro dell'agricoltura familiare che nel sud del pianeta è la più vulnerabile.

Coldiretti: «No a mani cinesi sui semi Made in Italy». Syngenta potrebbe acquisire l'italiana Verisem

 

La vendita diretta nei mercati contadini sostiene i redditi degli agricoltori che sono tra le categorie più povere del pianeta e garantisce ai consumatori la possibilità di acquistare al giusto prezzo cibo sano riducendo gli sprechi e difendendo la biodiversità in un circuito etico virtuoso con una giusta distribuzione del valore dal campo alla tavola. Senza dimenticare, precisa la Coldiretti come si legge su Adnkronos, l'impatto positivo sul clima con il consumo di prodotti a chilometri zero che non devono percorrere grandi distanze con mezzi inquinanti. A livello globale già un Paese su cinque (20%) può contare su sistemi di vendita diretta che possono trovare nella nuova «World Farmers Market Coalition» un punto di riferimento per crescere. Tra i promotori della Coalizione Mondiale dei Farmers Markets, insieme all'Italia ci sono Usa, Norvegia, Australia, Danimarca, Giappone, Canada, Cile, Ghana, Sud Africa, Georgia, Inghilterra e altri hanno già dichiarato il loro interesse ad aderire. 

Ultimo aggiornamento: 26 Luglio, 10:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA