Agerola, convegno su agroalimentare, enogastronomia, turismo e formazione al Campus Principe di Napoli

Il sottosegretario Luigi D'Eramo: «L'agricoltura abbraccia cultura e turismo enogastronomico e l'Italia occupa una posizione leader nel panorama internazionale»

Campus Principe di Napoli ad Agerola
Campus Principe di Napoli ad Agerola
Martedì 24 Gennaio 2023, 12:11
3 Minuti di Lettura

«Oggi l'agricoltura abbraccia anche cultura e turismo enogastronomico e l'Italia può vantare in questi settori una posizione da leader nel panorama internazionale. Un esempio virtuoso di connubio tra cultura, agroalimentare e ricchezza paesaggistica è questa prestigiosa scuola di formazione che ha saputo mettere a sistema l'esperienza dello chef Heinz Beck, il territorio e la formazione universitaria di eccellenza».

Lo ha dichiarato il sottosegretario all' Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste, onorevole Luigi D’Eramo, in occasione della tavola rotonda su “Formazione di qualità e tipicità agroalimentari quale volano per la valorizzazione dei territori”, svoltasi presso il Campus Principe di Napoli ad Agerola, Università Gastronomica e Centro di Alta formazione e specializzazione universitario interamente dedicato alla gastronomia e al turismo del Gruppo Multiversity.

«Il Campus Principe di Napoli è una bellissima risorsa - ha aggiunto il rettore dell'Università Mercatorum, Giovanni Cannata - che sorge in un parco regionale di grande pregio ambientale e nella regione Campania espressione di grandi eccellenze agroalimentari. Il Gruppo Multiversity tramite le sue Università ed il Campus Principe di Napoli può offrire un enorme contributo alla formazione di figure professionali di eccellenza su temi legati alla gastronomia, all'ospitalità e ai territori».

«Il Campus Principe di Napoli - ha sottolineato il sindaco di Agerola, Tommaso Naclerio - in quanto luogo di formazione accademica, con la direzione scientifica dello chef Heinz Beck, è un importante abilitatore di promozione delle tipicità della Costiera Amalfitana e della Penisola Sorrentina e può rappresentare il volano per la crescita dell'intero territorio». 

«Oggi - ha evidenziato Giovanni Marino Chief Financial Officer del Gruppo Multiversity - c’è un grande gap di formazione in settori chiave del nostro Paese. Investire nel capitale umano è una delle leve fondamentali per consentire ai nostri studenti di poter avere un maggiore e più efficace accesso al mondo del lavoro. Siamo consapevoli di avere un ruolo fondamentale come abilitatori di un progresso sociale ed economico che parte e passa dalla formazione».

Video

Alla tavola rotonda sono intervenuti, tra gli altri, l'avvocato esperto in diritto agroalimentare, Anna Ambrosino; il fondatore di Svicat, Andrea Luri con il quale Principe di Napoli ha avviato una preziosa collaborazione nel settore della formazione hospitality; il direttore scientifico del Campus Principe di Napoli, lo chef Heinz Beck; il direttore generale delle Università Pegaso e Mercatorum, Patrizia Tanzilli; il consigliere regionale, Severino Nappi; l'europarlamentare Valentino Grant; il senatore Gianluca Cantalamessa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA