Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Con Nancy Sannino a «Celestina» va il premio novità dell'anno del Gambero Rosso

Sabato 4 Dicembre 2021 di EMANUELA SORRENTINO
Con Nancy Sannino a «Celestina» va il premio novità dell'anno del Gambero Rosso

“Una realtà originale che prende vita dai sogni nel cassetto della pasticciera Nancy Sannino”. Così il Gambero Rosso ha descritto il Premio Novità dell’anno alla Pasticceria Celestina.

Un riconoscimento che arriva a Pollena Trocchia tra lo stupore e la gioia dei componenti di una grande famiglia: Pasticceria Celestina, un luogo in cui la tradizione e l’innovazione si incontrano per dar vita a qualcosa di indimenticabile. Nancy Sannino, giovanissima pasticciera originaria di Sant’Anastasia, non trattiene l’emozione quando parla del suo nuovo amore, quello fatto di ricette francesi e italiane, materie prime di qualità, ricercate prelibatezze e soprattutto tanta passione. 

A convincere il primogruppo editoriale multimediale enogastronomico sono state le esperienze di Nancy presso il laboratorio di Roberto Rinaldini e poi a Parigi da Yann Couvreur che le hanno regalato il bagaglio con cui, a soli 24 anni ha deciso di intraprendere la sua avventura in un paesino dell’area vesuviana. "Forte l’impronta femminile – spiegano - e interessante la formula, che sposa a meraviglia specialità d’Oltralpe con i classici della pasticceria campana, un matrimonio felice tenuto insieme dalla tecnica e la freschezza di un ambiente curato e giovanile".

La consegna del premio nel corso della presentazione dell’undicesima edizione della Guida Pasticceri & Pasticcerie di Gambero Rosso, un evento tornato a svolgersi in presenza e che ha riunito i grandi autori dell’arte dolce nazionale.

La Guida torna a vestire i suoi panni tradizionali, recuperando i voti scorporati (Pasticceria, Servizio, Ambiente) che determinano l’assegnazione di una, due o tre torte a seconda del punteggio raggiunto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA