Cucina e cultura, inaugurata a Meta la nuova biblioteca gastronomica

di Ciriaco M. Viggiano

META - Ricettari, libri sulle tradizioni gastronomiche locali, regionali e nazionali, volumi dedicati alla cucina internazionale e perciò scritti in lingua originale, senza dimenticare i grandi classici di letteratura, storia e filosofia: c'è questo e molto di più nella biblioteca gastronomica inaugurata nei locali della ex sede comunale di via Tommaso Astarita e intitolara ad Angie Cafiero, la blogger e giornalista enogastronomica metese scomparsa nello scorso mese di maggio. Allestito da Sfumature in equilibrio, l'associazione di cui Cafiero faceva parte, col contributo del Comune, lo spazio è stato ufficialmente aperto dal sindaco Giuseppe Tito e dall'assessore alla Cultura Biancamaria Balzano.

«Angie era solare e appassionata, credeva nelle cose che faceva e per me è stato un onore sostenere lei e le attività della sua associazione - ha detto il primo cittadino - Grazie all'associazione Sfumature in equilibrio viene lanciato alla comunità locale un segnale che a Meta mancava da anni: il senso della cultura, quella che la nostra amministrazione ha promosso offrendo piccole risorse e ricevendo in cambio grandissimi risultati». All'inaugurazione hanno preso parte decine e decine di persone. A cominciare da Luisa Gargiulo, la nipote cui Angie Cafiero ha donato centinaia di volumi che adesso trovano posto nella biblioteca, e dal ristoratore Antonio Cafiero, patron del ristorante "La Conca" che è stato scelto come padrino del nuovo spazio culturale e che perciò ha tagliato il nastro insieme al sindaco Tito. E poi tanti amici di Angie e altrettanti sostenitori di un progetto che resta aperto a quanti vogliano contribuire ad arricchire ulteriormente a biblioteca.

In pochi giorni, infatti, l'associazione Sfumature in equilibrio ha raccolto centinaia di libri messi a disposizione da scrittori, intellettuali o anche da metesi che hanno voluto semplicemente garantire il proprio contributo all'arricchimento della biblioteca nella quale c'è posto per circa 3mila volumi. Lo spazio ospiterà non solo i lettori, ma anche presentazioni di libri e altre iniziative culturali promosse dall'associazione Sfumature in equilibrio, presieduta dal giornalista Antonio Fienga. «Angie Cafiero ha il merito di aver tanto amato il nostro paese e di essersi impegnata con tutte le sue energie per la tutela e la diffusione della cultura - ha concluso Antonio Cafiero, padrino della biblioteca - È stata un'amica preziosa, sempre fonte di nuove idee, grazie alla quale ho scoperto o rivalutato piatti del passato, gli stessi che oggi ripropongo in chiave moderna».


 
Lunedì 5 Novembre 2018, 13:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP