Dai tessuti al corallo, dai limoni ai pomodorini: al mercato di Fuorigrotta il Grand Tour delle eccellenze

Martedì 23 Febbraio 2021 di Emanuela Sorrentino
Dai tessuti al corallo, dai limoni ai pomodorini: al mercato di Fuorigrotta il Grand Tour delle eccellenze

Cinque settimane di eventi al Mercato San Paolo di Napoli, per promuovere cultura e territorio, antiche arti e produzioni tipiche attraverso agricoltura, artigianato e turismo. Uscire dalla crisi dovuta all'emergenza Covid puntando sulle peculiarità delle diverse aree e facendole conoscere ad un pubblico sempre più ampio. 

Si comincia domani, mercoledì 24 febbraio, con il percorso dei Tessuti e dei Colori, che vede insieme l’arte sartoriale e i limoni della provincia di Napoli. Poi fino al 27 marzo (ogni mercoledì, venerdì e sabato dalle ore 9 alle 14) sempre al Mercato San Paolo di Fuorigrotta (promosso da Coldiretti Napoli e Campagna Amica in via Guidetti a Napoli) tante altre iniziative che ruotano attorno ai cinque percorsi progettuali.

L'INIZIATIVA

Il progetto “Il Grand Tour delle eccellenze produttive della provincia di Napoli” si pone l’obiettivo di sostenere e promuovere le risorse turistiche e culturali così come le imprese del sistema moda, di preziosi, di artigianato artistico, dando un sostegno alle imprese agricole agroalimentari ed enogastronomiche e turistiche delle diverse aree. Il progetto ha ricevuto il contributo della Camera di Commercio di Napoli, a seguito di bando pubblico, con Coldiretti Napoli capofila e il partenariato di Casartigiani Napoli e Campania Incoming.

I PERCORSI

Il Gran Tour è distinto in cinque percorsi tematici: il percorso dei Tessuti e dei Colori, che vede insieme l’arte sartoriale e i limoni della provincia di Napoli; il percorso delle Terre Vulcaniche, che vede insieme il pomodorino del piennolo, i vini vesuviani con la lavorazione artistica delle pietre vulcaniche, delle ceramiche e delle porcellane; il percorso del Mare e delle Isole, che vede insieme il pescato del golfo, valorizzato con i profumi della terra, con la lavorazione di coralli e cammei; il percorso dei Decumani di Napoli, che vede insieme l’olio extra vergine d’oliva nello street food napoletano con l’arte presepiale; il percorso delle cucine archeologiche, che vede insieme i vini del Campi Flegrei con l’artigianato del legno e del restauro, con una degustazione in costume storico di piatti degli antichi romani.

Le iniziative di promozione dei "percorsi turistici e culturali tra agricoltura ed artigianato" si snoderanno in laboratori, degustazioni guidate, info point turistico, convegni, business to business, prenotazioni di escursioni sul territorio partenopeo con visita ad aziende e attrattori culturali da effettuare appena le restrizioni lo renderanno possibile, ma anche webinar gratuiti e tanto altro per tutti i visitatori. È prevista, inoltre, per domenica 7 marzo un’apertura straordinaria, dalle 9 alle 14, dedicata all’anticipo di primavera e alla festa della donna.

Ultimo aggiornamento: 10:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA