I segreti della Dieta Mediterranea: meeting internazionale ad Agerola

Cibo, ambiente e salute: tre punti imprenscindibili della Dieta Mediterranea. Un tema che sarà affrontato sabato 14 settembre in un meeting presso il centro polifunzionale “Don Andrea Gallo” di Agerola a partire dalle 15. Previsto anche l’allestimento di stand con l’esposizione dei prodotti tipici del territorio.

Una Dieta mediterranea che parte da lontano e si sta affermando sempre più in tutto il mondo. La dichiarazione di Barcellona, atto fondatore, nel 1995, del partenariato globale tra l’’Unione europea e dodici paesi del Sud del Mediterraneo e la sua iscrizione nel 2010 da parte dell'Unesco nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità, inseriscono la Dieta Mediterranea fra i diritti alimentari fondamentali dell’uomo, che dovrebbero essere assicurati a tutti gli esseri umani.

La particolare valenza e l’universalità del buono e dell’equo che sono a fondamento del precetto chiamano autorevolmente ad un cambiamento etico comportamentale collettivo per questo obiettivo. Ciascun essere umano ci arriverà mai? Cosa è possibile argomentare, attualmente in termini di impegno e contributi su quanto fin qui attivato ed ancora da realizzare in tal senso sul territorio? 

Gli interrogativi saranno al centro dell’appuntamento sul tema “La Dieta Mediterranea nell’’Alta Costiera Amalfitana: dalla naturale integrità del territorio, bellezza, salute e benessere”, promosso dal Consorzio “Diaeta di Amalfi, centro di divulgazione della Dieta Mediterranea” in collaborazione con la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, sezione di Napoli, il patrocinio dei Comuni di Agerola, Amalfi, Atrani, Furore e Minori e il coordinamento scientifico del prof. Antonio Colantuoni, già direttore della Scuola di Specializzazione in Scienze dell’Alimentazione dell’Università Federico II di Napoli e del professore Augusto Iazzetta, presidente del Consorzio Terre delle Sirene – Diaeta di Amalfi. Autorevoli i contributi al dibattito. Ai saluti dei Sindaci, Matteo Bottone (Vice), Luciano Laderchi De Rosa, Luca Mascolo, Giovanni Milo e Andrea Reale, con la conduzione dei giornalisti Franco Buononato e Luigi Mannini seguiranno l’introduzione ai lavori del professore Tonino Pedicini, Direttore emerito dell’Istituto Tumori di Napoli e gli interventi di Augusto Iazzetta, Direttore Emerito del Dipartimento Qualità della vita dell’Istituto dei Tumori; del professore Salvatore Panico Docente di Medicina Interna Università Federico II Napoli; della professoressa Bruna Guida Dipartimento di Medicina Chimica e Chirurgica, dell’Università Federico II, Napoli; del professore Adolfo D’’Errico Gallipoli, presidente LILT di Napoli; del professore Carmine Gambardella, titolare della Cattedra UNESCO su Paesaggio, Beni Culturali e Governo del Territorio; del dottore Mariano Stornaiuolo, del Dipartimento di Farmacia dell’Università Federico Il, Napoli; del professore Donato Matassino, Accademico dei Georgofili; dell’avvocato Chiara Gambardella, Direttore del Consorzio di Tutela Limone Costa d'Amalfi; del professore Francesco Cuomo; del dottore Arturo Erbaggio, Agronomo; della dottoressa Nicoletta Gargiulo, Presidente dell’Associazione Italiana Sommelier della Campania; del dottore Pietro Fico, Ingegnere Ambientale del Comune di Amalfi.
Venerdì 13 Settembre 2019, 18:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP