Il grano come rinascita: è festa per il Capodanno del Mugnaio

Giovedì 2 Luglio 2020 di Emanuela Sorrentino
Da un lato le spighe a perdita d'occhio nei campi di Frignano in provincia di Caserta, dall'altro i volti commossi di chi sulla terra e per la terra ha trascorso una vita intera di sacrifici e oggi raccoglie - è il caso di dirlo - i frutti di tanto impegno. Un lavoro meticoloso quello di agricoltori e di tutte le figure del comparto produttivo che ruotano attorno al segmento molitorio. Il Capodanno del Mugnaio organizzato da sei anni da Mulino Caputo è la festa del grano, il momento della mietitura, vissuto con agricoltori, imprenditori, pasticcieri, pizzaioli e panificatori. Quest'anno i festeggiamenti sono stati virtuali, grazie ad un video condoto dal giornalista Gianpaolo Trombetti pubblicato sui social da Mulino Caputo e condiviso praticamente in tutto il mondo. Firmato il nuovo contratto di filiera tra Carmine Caputo in rappresentanza del Mulino, il produttore Franco D’Amore e Michele Meninno di GreenFarm, che si occupa di assistenza tecnica all’agricoltura.
Sono intervenuti in collegamento Jonathan Goldsmith, per Spacca Napoli (USA); Pasquale Makishima, per Solo Pizza Napoletana (JAP) e James Elliot, per Pizza Pilgrims (UK).
Nel campo di Frignano trionfo di prodotti realizzati con la farina grano nostrum: in video il pizzaiolo Vincenzo Iannucci ha presentato la pizza con scarola riccia, pomodori datterini, olive nere e salsa rosa, il maestro pasticciere Sabatino Sirica ha omaggiato il raccolto con una mega crostata di frutta fresca, sfogliatelle, babà. Per la panificazione Domenico Fioretti ha mostrato prodotti realizzati con “grano nostrum” e antico criscito. Tra dolci, pizze, pani e grissini il via alla mietitura e l’appuntamento a fine raccolto 2021. Quest’anno i campi coltivati a Grano Nostrum, comprendono 3.200 ettari distribuiti tra Campania, basso Lazio, Molise, Abruzzo, Basilicata e Puglia, producendo Grani Italiani al 100%. E da quest'anno il grano nostrum 100% italiano è disponibile anche in una pratica confezione di 1 kg con i colori nazionali. 
“Abbiamo trasformato questo evento che si tiene da sei anni in un momento corale. Portando le immagini catturate dalle telecamere, grazie a internet, in tutto il mondo - spiega Antimo Caputo, ad di Mulino Caputo -. La magia della trebbiatura ci fa comprendere come la natura ci porti sempre a riflettere, a capire che siamo legati ad essa e ai suoi tempi che dobbiao pazientemente rispettare. Quest'anno il raccolto è stato un po' più tardivo ma eccellente, il vento e il sole hanno asciugato le spighe diminuendone l'umidità e ottenendo dei grani eccezionali” .

© RIPRODUZIONE RISERVATA