Nocciole Papa: moda, arte e design trovano un punto d’incontro

Venerdì 5 Luglio 2019
Ciò che riesce a fare Pasquale Papa può essere difficile da descrivere perché si compone di un lavoro molto vario, in cui entrano in gioco strumenti tecnici, esperienza, ma anche molto del suo carattere e capacità intuitiva. In poche parole, però, potremmo dire che Papa, manager dell’azienda leader nel settore Nocciole Papa e da tempo ormai attivo anche in veste di consulente sia in ambito pubblico che privato, riesce a creare “unicità”. Dopo un’attenta analisi del cliente, Papa mette in campo le migliori strategie per valorizzare il suo operato e distinguerlo dai competitor non solo dal punto di vista del prodotto ma, soprattutto, da quello delle emozioni. La figura che dichiara di interpretare è, soprattutto, quella di collante tra diverse professionalità. Un po’ come un direttore d’orchestra, senza il quale anche i musicisti più virtuosi non possono dare il meglio toccando il cuore del pubblico, così Papa lavora affinché chiunque collabori ad un dato progetto lo possa fare non solo con la massima unità d’intenti, ma anche ottenendo l’obiettivo di rendere unica l’esperienza per il cliente o utente finale. Nella pratica il lavoro si traduce in un servizio personalizzato, tagliato su misura dell’esigenza del cliente. Qualunque sia il progetto su cui intervenire, tuttavia, l’obiettivo è renderlo riconoscibile e riuscire a “vendere” non solo quel tal progetto, prodotto o servizio, bensì emozioni, sensazioni, la soddisfazione di bisogni che non potrebbero essere accontentati altrimenti.

Nocciole Papa è un’azienda che si occupa della produzione di nocciole di qualità dal 1970, ma anche l’intervento su una realtà tanto consolidata è stato possibile. Anche nel caso di imprese o prodotti che vantano già una lunga storia alle proprie spalle, spiega Pasquale Papa, si può intervenire creando unicità. Un esempio su tutti per quanto riguarda proprio Nocciole Papa è quello della brandizzazione di un prodotto della terra, le nocciole; un caso probabilmente unico nell’ambito del Marketing e che in azienda si è estrinsecato attraverso una serie di strategie sinergiche tra loro che stanno già dando ottimi frutti quanto a prestigio. Tra le azioni più importanti fra quelle messe in campo c’è senza dubbio il Nocciole Papa Store. Per la prima volta è stato costituito uno Store completamente incentrato sulla nocciola, presso cui questo prodotto della terra è assoluto protagonista. Dagli arredi alle luci, dai prodotti in vendita -solo cinque: nocciole intere tostate, farina di nocciole, granella di nocciole, pasta di nocciole al 100%, spalmabile al 15%- al metodo di vendita, che prevede la consulenza di un esperto e la cura attenta del cliente, tutto concorre a rendere l’acquisto “qualcosa di più” del semplice acquisto.

Molte le leve di cui Papa usufruisce nel proprio lavoro: sfruttare il meglio del Made in Italy creando costantemente connessioni fra diverse eccellenze è un ottimo modo di operare. Tra i diversi settori che il giovane manager riesce a far incontrare ci sono i maggiori motivi d’orgoglio del Paese: arte, cultura, moda, design e naturalmente il cibo, a partire dal prodotto della terra fino al piatto finito.

Altro case history che vale la pena citare è il progetto della mostra d’arte tenutasi a Cimitile dal titolo “Policentrismo dell’Arte”. Anche a un “servizio” particolare come quello di una mostra d’arte e, in generale, della cultura, la professionalità e l’innovazione possono portare grandi benefici. “Unico” è l’aggettivo migliore per descrivere la mostra perché si è trattato probabilmente della prima esposizione d’arte brandizzata della storia. Con Policentrismo dell’Arte, l’intera città ha potuto acquisire grande visibilità. Il culmine del lavoro è stato, infine, rappresentato dal gala dinner con lo chef Alfonso Crisci tra le opere in esposizione.

E tra i prossimi obiettivi? L’apertura di una vera e propria Accademia e la raccolta dei lavori seguiti in un prodotto editoriale. © RIPRODUZIONE RISERVATA