Taste of art, Procida arriva a Lugano su invito dello chef Badalucci

Taste of art, Procida arriva a Lugano su invito dello chef Badalucci
Martedì 18 Ottobre 2022, 18:21
3 Minuti di Lettura

Due luoghi lontani per geografia, ma pronti a iniziare un lungo rapporto di amicizia.

Il sindaco della città svizzera, Michele Foletti, e il vice sindaco, Roberto Badaracco, insieme con il direttore del dipartimento cultura, Luigi Di Corato, sono stati ospiti alla serata tenutasi al Taste of art, alla presenza dell’assessore al turismo e alle attività produttive di Procida, Leonardo Costagliola.

Grande apertura e disponibilità dell’amministrazione del comune ticinese nel raccogliere l’invito dello chef Badalucci nel suo ruolo di ambasciatore delle tradizioni e della cultura procidana. Questo lo spirito con cui Costagliola ha salutato il sindaco, portando in dono libri che raccontano la storia di Procida e l’entusiasmo di un anno vissuto nel tessere relazioni che l’hanno proiettata in una dimensione internazionale.

«Il mare non è mai stato per noi pescatori e naviganti un ostacolo alle relazioni e alla crescita culturale, economica e sociale dell’isola – spiega Costagliola – ci ha permesso di attraversare il mondo e importare conoscenza». Così come le Alpi, per il sindaco Foletti, non hanno rappresentato un muro ma la porta d'ingresso delle popolazioni del Nord.

La serata è considerata prodromica a un invito ufficiale alle istituzioni procidane alla presentazione e condivisione del progetto di capitale italiana della cultura, in vista di un'omologa iniziativa che partirà in Svizzera nel prossimo anno.

L’incontro è stato occasione per consegnare allo chef una targa premio che riconosce «la professionalità, l’impegno e la passione con cui Marco Badalucci ha portato la cucina di Procida nel mondo diventando ambasciatore della cultura mediterranea del buono e del bello», come ha sottolineato Costagliola. Il premio si somma all’importante riconoscimento Swiss location award 2022 che identifica le migliori strutture di accoglienza e di ristorazione svizzere grazie a una giuria formata dal voto di oltre 28.000 organizzatori di eventi, visitatori e da una giuria indipendente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA