Diego Armando Masardona, il nuovo panino di Puok è un (doppio) omaggio a Napoli

Dal 25 gennaio il nuovo panino sarà disponibile nei burger store di via Cilea al Vomero e di Spaccanapoli

Puok
Puok
Sabato 21 Gennaio 2023, 13:33
3 Minuti di Lettura

Diego Armando Masardona nasce come tributo a Napoli, alla pizza fritta, a Maradona e all’Antica friggitoria La Masardona, il tempio della pizza fritta napoletana dal 1945.

Un nome che è tutto un programma, come tutti i panini di Puok. In tre parole la quintessenza di Napoli: il mito della pizza fritta e quello di Maradona. 

Il panino Diego Armando Masardona di Puok contiene esattamente gli ingredienti di una pizza fritta completa, ma re-immaginati e stratificati in perfetto stile Puok: cicoli napoletani piastrati (con sale e pepe), provola impanata e fritta, crema di pomodorini arrosto, ricotta sale e pepe, basilico. 

L’intento è celebrare il battilocchio, la prima pizza fritta napoletana, nata nel dopoguerra, fatta con ingredienti semplici ed economici: ricotta, cicoli di maiale e pepe. Ma non solo, Egidio Cerrone, co-founder e anima e palato creativo di Puok, dichiara da subito la sua devozione a La Masardona, l’antica friggitoria partenopea della famiglia Piccirillo, che propone ancora oggi la ricetta classica della nonna, detta la Masardona, che impastava e friggeva per strada sotto casa. 

Video

«Per me la Masardona è un vero e proprio monumento napoletano, un luogo di culto da mettere nelle guide tra il Cristo velato e il cimitero delle fontanelle. La sede storica è un posto lontano dal centro, ma basta fare due passi lì intorno ed è percepibile la vera essenza della napoletanità. Operai in fila al mattino per accaparrarsi le loro “marenne fritte”, gente da ogni dove, ma soprattutto gente del posto, famiglie legate ancora a quella benedetta signora, la Masardona, che tanti anni fa friggeva pizze nel suo vascio. Oggi l’attività è portata avanti da Enzo Piccirillo. Per me Enzo è il Maradona della pizza fritta, per lui la pizza fritta non è una cosa in più, è la sua vita, e nel fare un tributo a Napoli attraverso la sua pizza, non potevo scegliere nome migliore per questo nuovo panino» commenta Egidio Cerrone. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA