Il caffè patrimonio Unesco, l'annuncio del ministro Patuanelli: «Candidiamo il caffè di Napoli e Venezia per l'Italia»

Mercoledì 23 Marzo 2022
Il caffè patrimonio Unesco, l'annuncio del ministro Patuanelli: «Candidiamo il caffè di Napoli e Venezia per l'Italia»

«Questa candidatura - ha precisato il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Stefano Patuanelli - nasce da un percorso virtuoso e che in qualche modo rappresenta il superare le differenze: due candidature diverse che si uniscono per arrivare a meta, per il riconoscimento del valore del caffè espresso italiano come patrimonio immateriale dell'Unesco. Un risultato ottenuto senza particolare fatica per costruire un prodotto di grande qualità, ma non per metterci assieme. Di fatto riconosciamo il valore della tazzina di caffè a tutte le latitudini del nostro paese».

Video

La candidatura «Il caffè espresso italiano tra cultura, rito, socialità e letteratura nelle comunità emblematiche da Venezia a Napoli», infatti, scaturisce dall'unione di due precedenti dossier: Il Rito e l'Arte del Caffè Espresso Italiano, voluto dal Consorzio di tutela del caffè espresso italiano tradizionale, e La Cultura del Caffè Napoletano fra Rito e Socialità proposto dalla Comunità napoletana con il supporto dalla Regione Campania. L'unione dei due dossier era stata sollecitata dalla Commissione Nazionale Unesco (Cniu) e il gruppo di lavoro Unesco interno al Mipaaf aveva dato il suo via libera alla candidatura lo scorso 20 gennaio. Sulla proposta di candidatura ai fini della trasmissione all'Unesco, si pronuncerà la Commissione nazionale Italiana per l'Unesco nella seduta del 29 marzo prossimo

© RIPRODUZIONE RISERVATA