«Femminicida seriale» ottiene uno sconto di pena, l'ultima vittima: «Non ho ricevuto nessun aiuto»

Domenica 17 Settembre 2023, 14:02 - Ultimo aggiornamento: 22 Settembre, 11:28 | 1 Minuto di Lettura
«Femminicida seriale» ottiene uno sconto di pena, l'ultima vittima: «Non ho ricevuto nessun aiuto»

Sandra Pegoraro, operatrice socio sanitaria 52enne, un anno e mezzo fa è stata quasi uccisa dall'ex compagno Stefano Fattorelli, che il 10 maggio 2022 le tese un'aggressione in casa, alla quale lei riuscì miracolosamente sopravvivere. Per il tenato omicidio di Sandra, però, Fattorelli ha ottenuto uno sconto di pena: da 12 a 8 anni di carcere, e ora Sandra non ci sta.

«Vorrei formare un gruppo per dare aiuto alle persone che hanno subìto abusi come me... In quanto io personalmente aiuto nonne ho ricevuto praticamente nulla, ho dovuto fare tutto da sola!!!», scrive in un post su Facebook Sandra Pegoraro, che non ha perso la voglia di lottare e nel proprio percorso di rinascita vuole tendere una mano a chi ha alle spalle simili storie di violenza.

Violenza sessuale, arrestato in Francia presunto autore di quattro stupri a Reggio Emilia. Sospettato di altri casi in Germania

Ma la sua aggressione non è stato l'unico reato di cui Fattorelli si è macchiato, tanto che gli inquirenti sono arrivati a definirlo un «femminicida seriale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA