Il Fondo per l'Ambiente Italiano presenta la XII edizione delle Giornate Fai d'Autunno

Giovedì 12 Ottobre 2023, 15:03 | 2 Minuti di Lettura

Borgo di Montemarano

Montemarano sorge nell'area della Valle del Calore, una zona ricca di boschi, fauna e flora. Il borgo è noto, a livello internazionale, per il suo carnevale che ogni anno richiama migliaia di visitatori accorsi ad ammirare le tradizionali sfilate in maschera, ma anche per cimentarsi nella celebre tarantella, la montemaranese.

La sua storia ha origine all'epoca delle guerre tra Romani e Sanniti nel III/II secolo a.C., tuttavia, a un'epoca ancora precedente doveva appartenere un tempio dedicato a Giove che sorgeva sulla collina che oggi ospita la Chiesa di Santa Maria Assunta. L'ultimo signore di Montemarano fu Giacomo Berio, fino al 1806. Tra le architetture civili si erge il castello medievale. Più volte restaurato, ha conservato la struttura tardo - rinascimentale assunta nel tempo.

La Chiesa Madre di Santa Maria Assunta, cattedrale fino al 1818, è la massima espressione della devozione cittadina. Costruita intorno all'anno Mille, nel corso dei secoli ha subito diversi interventi, alcuni dei quali hanno profondamente alterato le linee architettoniche originarie dell'impianto romanico. L'aspetto austero, sobrio ed elegante della facciata cinquecentesca si sposa perfettamente con la maestosità dell'interno, caratterizzato da antiche colonne romaniche e capitelli in pietra, oltre a diverse opere d'arte, come la tela della Madonna con Bambino e angeli, attribuita ad Andrea Vaccaro. Da non perdere la cripta di San Giovanni, vero cuore storico dell'edificio, in cui si conservano le spoglie del santo e dove è possibile ammirare l'antico aspetto medievale della chiesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA