Guerra Ucraina, rabbia degli alleati contro Scholz: «Ha parlato delle operazioni Nato a Kiev»

Sabato 2 Marzo 2024, 11:16 - Ultimo aggiornamento: 17:26 | 1 Minuto di Lettura

La questione missili: cosa c'entrano

Facciamo un ulteriore passo indietro. La settimana scorsa il Parlamento tedesco ha respinto una mozione dell'opposizione che chiedeva la consegna all'Ucraina dei missili balistici Taurus. Secondo l'agenzia Dpa, la mozione - presentante dal centro-destra - è stata respinta con solo 182 voti favorevoli e 480 contrari. La proposta dell'opposizione nasce dalla decisione del cancelliere Olaf Scholz di bloccare le spedizioni di missili di fabbricazione tedesca in Ucraina per il timore che le armi a lungo raggio possano essere utilizzate per colpire all'interno della Russia e potenzialmente intensificare il conflitto. Il leader della Cdu, Friedrich Merz, aveva invitato la coalizione che sostiene Scholz a rompere con il cancelliere e ad appoggiare la mozione. «L'Ucraina non sta ancora ricevendo tutto il materiale di cui ha urgentemente bisogno per respingere efficacemente l'aggressione russa», ha dichiarato. Gran Bretagna e Francia hanno invece fornito missili cruise all’Ucraina. Il modello britannico “Storm Shadow” e il tipo francese “Scalp” sono in gran parte identici nella costruzione, mentre il Taurus tedesco ha una portata più lunga e un maggiore potere di penetrazione.

Ucraina, Kuleba a Baerbock: sui missili Taurus state perdendo tempo

© RIPRODUZIONE RISERVATA