Guerra Ucraina, rabbia degli alleati contro Scholz: «Ha parlato delle operazioni Nato a Kiev»

Sabato 2 Marzo 2024, 11:16 - Ultimo aggiornamento: 17:26 | 1 Minuto di Lettura

Le parole della discordia

Scholz ha proninciato questa dichiarazione: «Quello che gli inglesi e i francesi stanno facendo in termini di controllo degli obiettivi e l’accompagnamento del controllo degli obiettivi non può essere fatto in Germania». Cosa intendeva? Cosa possono fare francesi e inglesi che i tedeschi non possono permettersi? Parlava di spiegamento di soldati nel territorio ucraino, uno scenario non escluso dal presidente Macron. Scholz ha frenato su questa ipotesi e ha detto che per schierare gli uomini della Bundeswehr ci vorrebbe un mandato del Bundestag. I parlamentari tedeschi voterebbero quindi se inviare personale e ogni tentativo di segretezza riguardo uomini da inviare, o già inviati, verrebbe così meno. Gli inglesi e i francesi non sono soggetti a questa restrizione parlamentare ma è anche vero che inglesi e francesi non avevano mai confermato pubblicamente che i loro soldati fossero coinvolti nella selezione degli obiettivi militari. Ecco spiegata la rabbia di Wallace nei confronti di Scholz.

F16, l'Ucraina vuole 60 caccia. I documenti Usaf: «Così abbiamo addestrato i top gun di Kiev (voti altissimi)»

© RIPRODUZIONE RISERVATA