Navalny, la prigione in Siberia e l'ictus improvviso. Tutti i misteri e cosa non torna della «passeggiata» (anche a -40 gradi)

Sabato 17 Febbraio 2024, 07:34 - Ultimo aggiornamento: 12:10 | 1 Minuto di Lettura

Il trasferimento nell'ospedale di Labytnangi

Navalny stava passeggiando quando si è sentito male. In un orario insolito (e anche questo sarà tema di discussione per risalire alle responsabilità). In Siberia erano infatti le 13 locali. «Una novità assoluta per le abitudini del carcere», ha spiegato il canale telegram Baza. Dopo il tentativo di rianimazione, il trasferimento all'ospedale di Labytnangi, lontano ben 34 chilometri, dove - secondo fonti locali - «altri medici sono arrivati in sette minuti e hanno proseguito il massaggio cardiaco per mezz'ora».

© RIPRODUZIONE RISERVATA