Eclissi solare domani 25 ottobre, sole oscurato in tutta Italia: come osservare lo spettacolo in sicurezza

Il sole sarà coperto per quasi un terzo e lo spettacolo sarà visibile in tutta Italia, ecco come osservarlo in sicurezza

Eclissi solare domani 25 ottobre, sole oscurato in tutta Italia: come osservare lo spettacolo in sicurezza
Eclissi solare domani 25 ottobre, sole oscurato in tutta Italia: come osservare lo spettacolo in sicurezza
Lunedì 24 Ottobre 2022, 13:33 - Ultimo agg. 25 Ottobre, 13:09
4 Minuti di Lettura

Domani, 25 ottobre sarà un giorno speciale per gli appassionati di astronomia. A partire dalle 11 il cielo in tutta Italia si "oscurerà parzialmente" per effetto di un'eclissi solare parziale: la luna coprirà la nostra stella per circa un terzo, dando vita a uno dei fenomeni astronomici più spettacolari. Essendo un'eclissi parziale non calerà di colpo la notte, ma ci sarà una sensibile diminuzione della luce solare. 

Eclissi solare 25 ottobre, dove osservarla da nord a sud 

Il fenomeno inizierà dopo le 11 di mattina e durerà circa 2 ore. Sarà visibile da nord a sud della penisola, seppur con alcune differenze: nel Nord-Est il fenomeno inizierà prima e avrà un'entità leggermente maggiore (il diametro del sole coperto sarà del 29%) rispetto al Sud-Ovest, dove la copertura sarà del 22%. In particolare, a Belluno sarà possibile ammirare l' eclissi a partire dalle 11,17, con il 29% del diametro solare coperto, mentre a Palermo lo spettacolo inizierà alle 11,35, con un diametro coperto del 22%.

Eclissi solare parziale, appuntamento atteso per il 25 ottobre: torna anche l'ora legale nel weekend successivo

Come osservarla e fotografarla: attenzione alla sicurezza 

Per chi vuole osservare l'eclissi parziale di sole bisogna ricordare che guardare la nostra stella a occhio nudo è molto pericoloso e può provocare danni permanenti alla vista. Da evitare quindi il fai da te: non usare vecchie radiografie, fotografie vetri affumicati o occhiali da sole «Bisogna usare solo binocoli e telescopi dotati di filtri adeguati» ricorda Paolo Volpini dell'Unione Astrofili Italiani (Uai). 

Per osservarla in tutta sicurezza è necessario acquistare occhiali e filtri appositi reperibili su internet o in ferrmaneta (occhiali da saldatore ma con indice di protezione almeno 14). Anche binocoli, macchine fotografiche e telescopi vanno utilizzati esclusivamente con protezioni adeguate.

Anche per fotografarla vale lo stesso consiglio: per le macchine fotografiche vanno acquistati specifici filtri, abbastanza costosi.

Inoltre è consigliabile regolare a mano messa a fuoco ed esposizione.  

Un'altra opzione, adatta ai più piccoli e priva di rischi è praticare un foro su un cartoncino oscuro e proiettare l'immagine su una parete o al suolo. In questo modo si potrà osservare il fenomeno senza guardare direttamente il sole.   

 

Dieta dell'ora solare, ecco l'alimentazione contro la “sindrome da fuso orario": «Occhio ai cronotipi, mattinieri e ritardatari reagiscono diversamente»

Seguirla in diretta internet 

Se doveste essere impossibilitati a osservare l’evento è possibile seguirlo online sul sito del Virtual Telescope, che seguirà l’eclissi in diretta streaming con il commento dell’astrofisico Gianluca Masi.  L'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) farà una diretta sui canali Youtube e Facebook di EduInaf, per seguire il fenomeno da diversi telescopi in tutta Italia e in altre parti del mondo, dalla Norvegli agli Emirati Arabi Uniti.  

Le prossime eclissi parziali nel 2026 

Il fenomeno di domani sarà dovuto alla posizione della Luna che, trovandosi tra il Sole e la Terra, proietterà su quest'ultima la sua ombra: l'eclissi sarà però parziale, perché il nostro satellite non sarà perfettamente allineato tra noi ed il Sole. L'ultima eclissi totale visibile dall'Italia si è avuta nel 1961, come conferma Paolo Volpini, mentre per la prossima bisognerà aspettare il 2081. Nel frattempo, dal nostro Paese sarà possibile ammirare altre eclissi parziali: le prossime saranno il 12 agosto 2026 ed il 2 agosto 2027. 

Eclissi solare 25 Ottobre: accadrà dopo questa data. Prepariamoci all’evento astronomico

© RIPRODUZIONE RISERVATA